saluto


giovedì 18 novembre 2010

Meccanismo di Antikythera


Meccanismo di Antikythera
In una teca appartata del museo Nazionale di Atene si trova un oggetto che, a prima vista, assomiglia a un blocco di ruggine. Osservandolo si notano i denti di alcuni ingranaggi che sembrano quelli di un orologio rimasto nell'acqua marina per molti anni.
Il Meccanismo di Antikythera fu rinvenuto nel 1900 in una nave naufragata al largo dell'Isola di Antikythera. Basandosi sulle anfore, il vasellame e gli oggetti rinvenuti nel relitto, i ricercatori sono ragionevolmente sicuri che il naufragio sia avvenuto intorno al 65 a.C., con un margine di 15 anni. Il meccanismo fu portato al Museo di Atene insieme agli altri reperti ma solo due anni dopo l'archeologo Valerio Strais si accorse che si trattava di un complicato apparecchio, composto di almeno trenta ingranaggi ricoperti da iscrizioni in greco.
Il meccanismo di Antikythera è stato studiato all'università di Yale ed è stato ricostruito dal professor Derek De solla-Price. E’ un complicato meccanismo astronomico in grado di determinare le relazioni tra il Sole, la Luna, la Terra e le stelle. Il “mistero” consiste nel fatto che, nell'65 a.C.non si pensava esistessero simili apparecchi. Gli studiosi di cose antiche concordano, infatti, nell'affermare che nel meccanismo si trova un “ingranaggio differenziale”, inventato soltanto verso la fine del cinquecento. Era forse un rudimentale astrolabio?


Nessun commento:

Posta un commento

Anonymous comments with advertising links are automatically considered SPAM