saluto


sabato 27 novembre 2010

Serengeti National Park - Parco Nazionale del Serengeti


Serengeti National Park
 Patrimonio dell'umanità UNESCO
Il Serengeti è uno dei più importanti e famosi parchi nazionali d'Africa e del mondo, grazie anche alla notevole concentrazione di animali, qui sono concentrati circa il 20% dei grandi mammiferi di tutta l'Africa.
Situato nella parte nord della Tanzania, nella pianura omonima, tra il lago Vittoria e il confine con il Kenya, ha una superficie di 14.763 km² ( più grande della nostra Campania). In lingua swahili "serengeti" significa "grande pianura", infatti, è un'immensa distesa d'erba giallastra, interrotta soltanto da piccole gobbe tondeggianti, i Kopjes, affioramenti di roccia (prevalentemente metamorfica) che sbucano nel mezzo della pianura e sono spesso circondati da cespugli e alberi. Queste rocce e collinette isolate, in origine si trovavano sotto la superficie del terreno, con il passare del tempo, gli agenti atmosferici li hanno fatti affiorare.
L'ecosistema del Serengeti è caratterizzato da due avvenimenti, le piogge stagionali e la conseguente migrazione degli erbivori.
La parte meridionale del Serengeti è una prateria, dove nel periodo tra gennaio e marzo stazionano le immense mandrie di ungulati (gnu, zebre, gazzelle di Thompson) che favoriscono con il calpestio e con lo sterco il rinnovamento e la crescita dell'erba. Nel periodo successivo migrano verso nord, dove la presenza di fiumiciattoli permanenti e la maggiore piovosità favoriscono la crescita di foreste a galleria e di zone di savana alberata caratterizzata da boschetti di acacia e savane di boscaglia spinosa. In queste zone sono presenti numerosi elefanti, giraffe oltre a bufali. Tra i predatori abbondano leoni e leopardi.
In Tanzania sono stati ritrovati resti dell'Homo zinjanthropus, risalenti a 2 milioni d'anni fa.

Nessun commento:

Posta un commento

Anonymous comments with advertising links are automatically considered SPAM