saluto


lunedì 8 novembre 2010

Wieliczka (Polonia) statue di sale nella vecchia miniera di salgemma


Wieliczka
Patrimonio dell’umanità UNESCO
Wieliczka è una cittadina vicinissima a Cracovia, può esserne considerata quasi un sobborgo.
La fama di Wieliczka è legata alla presenza delle sue miniere di salgemma. Qui 18-20 milioni di anni fa, nel periodo miocenico, c'era il mare. Il giacimento di sale di Wieliczka si stende da ovest ad est su una distanza di circa 10 km, mentre la sua larghezza, molto irregolare, oscilla tra 0,5-1,5 km.
Il giacimento è composto di due complessi geologici ben differenti. Nella parte superiore, dove furono scavati i primi tre livelli, il sale formava quasi unicamente dei singolari roccioni, mescolati ad argilla, ardesia e sabbia. Nella parte inferiore, invece, che contiene gli altri 6 livelli, il salgemma forma strati continui, separati tra loro da sedimenti di argilla, anidride, gesso o sabbia.
Lo strato di sale più basso raggiunge la profondità di 340 m. Lo sfruttamento del giacimento iniziò intorno all’anno 1290. In totale vi sono circa 300 Km di gallerie e 3000 caverne. Sono le più antiche miniere polacche ancora in attività.

La principale attrazione di Wieliczka è rappresentata dai suoi saloni scavati nel salgemma e dalle statue anch'esse di sale.
Il classico itinerario turistico è un percorso sotterraneo di 2 km che comprende splendidi laghi sotterranei ed originali camere formatesi durante l'estrazione del sale, straordinarie cappelle con irripetibili sculture e bassorilievi in salgemma.
La più grande cappella al mondo, dedicata alla Beata Kinga e situata a 101 metri di profondità è tanto grande da poter ospitare fino a 500 persone; i pavimenti, gli altari, le statue sono tutti intagliati nel sale e fantasmagorici cristalli di sale ornano i meravigliosi lampadari.
Esiste una cappella, dedicata a Papa Giovanni Paolo II, scavata interamente nel sale, illuminata da fantastici lampadari anch'essi scolpiti nel sale.
Nel complesso v'è anche un ufficio postale sotterraneo, negozi e bar, oltre ad un museo del minatore con un'originale collezione di costruzioni di legno, attrezzi e utensili minerari.
C’è anche un sanatorio sotterraneo che si dice faccia miracoli per pazienti che soffrono di asma e allergie.
 La risalita, al termine della visita, avviene attraverso un pozzo minerario dalla profondità di 135 m.

Nessun commento:

Posta un commento

Anonymous comments with advertising links are automatically considered SPAM