saluto


giovedì 9 dicembre 2010

Cile il 2010 un anno difficile: terremoto, minatori, incendio carcere.

Dopo il terremoto del 27 febbraio 2010


Santiago del Cile, 27 feb. 2010 - Terremoto -
Un violento terremoto, il secondo più forte nella storia del Paese, il sesto più potente in assoluto, ha colpito il Cile. Dopo la prima scossa di magnitudo 8,8 gradi della scala Richter epicentro a una profondità di 55 km a 115 km da Concepcion e 325 da Santiago, si sono avute, fino ad ora, altre centodieci scosse con magnitudo anche di 6,9 gradi. La presidente del Cile Michelle Bachelet ha dichiarato che le vittime già accertate sono 708, indeterminato il numero dei dispersi mentre si stima in due milioni il numero delle persone danneggiate dal sisma. Rientrato l’allarme tsunami che sembra sia stato meno catastrofico del previsto, ma poi guardo le immagini televisive e vedo gli enormi danni a Juan Fernandez ... che dire?
....... La presidente Michelle Bachelet. "Credo che il numero dei morti aumenterà, visto quanto ho visto sul terreno. Nel caso dello tsunami, il mare sta restituendo ora i corpi, e in qualche caso non li restituirà mai", ha affermato la presidente in un'intervista ad una radio, tracciando un bilancio sul terremoto di sabato nel paese. Attualmente il numero dei morti secondo fonti ufficiali è 799

*******
La lunga vicenda, finita bene, dei 33 minatori bloccati nella miniera.


Dopo 69 giorni trascorsi ad oltre 600 metri di profondità, i 33 i minatori bloccati nella miniera cilena di San Osé. Florencio Avalos sono tornati in superficie. Tutto il Cile è in festa e riabbraccia i minatori salvati. E' finalmente finito il lungo incubo che ha fatto temere per una loro morte nel buio delle viscere della terra. L'operazione di salvataggio condotta nel deserto dell'Atacama, ha visto la capsula di salvataggio “fenix”scendere e risalire in superficie per tutto il giorno riportando ogni volta alla luce uno dei minatori.
La tragedia:

Il 5 agosto 2010, il crollo del tetto della miniera di San José, aveva intrappolato ad oltre 600 metri di profondità 33 minatori. Erano cominciate subito le operazioni di salvataggio sperando di trovare sopravvissuti. Il 7 agosto il primo tentativo aveva provocato il crollo in un condotto di ventilazione che si sperava di potere utilizzare per le ricerche. Sono seguite 12 perforazioni di 12 cm, di diametro alla ricerca dei minatori.  La mattina del 22 agosto i minatori hanno attaccato un bigliettino ad una sonda che era giunta nel luogo dove si trovavano, ma non li aveva individuati. Il biglietto firmato “i 33” diceva che erano nel rifugio, (50 m²)  e stavano bene. Nelle fasi successive sono state calate: una telecamera, microfono, ossigeno, cibo, (La NASA ha fornito alimenti speciali per astronauti) integratori, medicinali. Successivamente avevano mandato anche carte da gioco, statuine di santi,  una bandiera. Iniziò la trivellazione di un tunnel largo a sufficienza per far scendere una capsula per riportare in superficie i minatori. Il 25 agosto gli uomini furono informati delle operazioni che si stavano facendo e fu loro detto che lo scavo avrebbe richiesto circa 4 mesi di tempo. Il 17 settembre utilizzando una trivella più potente, che aveva sostituito la prima che si era rotta, una perforazione aveva raggiunto i minatori, ma il foro doveva essere allargato ai 60 cm necessari per il passaggio dell'ascensore di salvataggio,  il resto è noto....LIBERIIIIIIII!!

*****
Ora l'incendio nel carcere con 83 morti


Cile, incendio nel carcere uccide 83 persone dei quasi due mila detenuti in un penitenziario sovraffollato a Santiago del Cile. Gran parte dei prigionieri che si trovavano nel padiglione distrutto dalle fiamme e che sono riusciti a salvarsi, sono gravemente feriti e sono ricoverati con gravi ustioni oppure con problemi alle vie respiratorie. Secondo le fonti ufficiali, le fiamme sono divampate dopo una rissa tra due gruppi di reclusi che hanno incendiato alcuni materassi. Altre fonti indicano come causa dell'incendio un corto circuito a un fornello elettrico di una delle celle.

Nessun commento:

Posta un commento

Anonymous comments with advertising links are automatically considered SPAM