saluto


giovedì 16 dicembre 2010

La camera d'ambra - Il palazzo di Caterina - Екатерининский дворец


La camera d'ambra
 La reggia di Caterina è una delle residenze imperiali più prestigiose della Russia zarista. Il palazzo di Tsarskoe Selo, capolavoro dell'architettura europea si trova vicino a Pietroburgo. Originariamente era una tenuta di modeste dimensioni, fatta costruire da Caterina I nel 1717 per passarvi l'estate. Fu la nipote Elisabetta, diventata zarina, a voler erigere un nuovo palazzo. Affidò i lavori all'architetto italiano Bartolomeo Rastrelli che progettò un palazzo in stile rococò che fu completato nel 1756. Il palazzo è grandissimo, ha una facciata lunga oltre 300 metri rifinita con decorazioni barocche e stucchi dorati. È circondato da un vasto parco con grandi alberi, laghetti, statue, ponticelli. Una cappella, con le guglie dorate, svetta dietro la facciata.

La camera d’ambra e il mistero della sua scomparsa

In questo palazzo c’era una stanza unica nel suo genere, la cosiddetta “camera d'ambra” costruita nel 1755 dagli artigiani specializzati fatti arrivare da Koenigsberg. Le SS nel 1941 la smontarono e la spedirono con il treno a Koenigsberg ma non giunse mai a destinazione.
L'ambra è sempre stata una pietra naturale affascinante, molto richiesta già nell'antichità per la rarità, il valore decorativo, e perché le si attribuivano caratteristiche magiche. I Greci pensavano contenesse i raggi del sole fossilizzati, mentre gli antichi Romani, le lacrime degli dei.
Nel 2003. In occasione del tricentenario della fondazione della città di San Pietroburgo, l'ambra è tornata alla ribalta con la consegna della ricostruzione della leggendaria Camera d'Ambra nel Palazzo della zarina Caterina.

1 commento:

  1. Chissà dove l'hanno nascosta i nazisti.

    RispondiElimina

Anonymous comments with advertising links are automatically considered SPAM