saluto


domenica 5 dicembre 2010

Terremoto in Abruzzo Italy

Volontariato
Il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, in occasione della "Giornata internazionale del volontariato" ha ricordato, in nome della Nazione e delle istituzioni repubblicane: “Proprio in questo momento di particolari difficoltà economiche è di fondamentale importanza sostenere il mondo del volontariato, anche garantendo le risorse necessarie a tener fede alla sua insostituibile missione riconosciuta da milioni di cittadini… Abbiamo bisogno di questa grande scuola di solidarietà che generosamente produce azioni, pratiche quotidiane e progetti i quali rappresentano un contributo essenziale per la creazione di un diffuso capitale sociale”.
****
Voglio ricordare in quest’occasione, un esempio fra i tanti, il contributo dato dai volontari in occasione del terremoto de L’Aquila di cui ripropongo
l'intera successione degli eventi come l'avevo scritta sul vecchio blog.

**********
06/04/2009
Terremoto in Abruzzo Italy
Terremoto: Un violento terremoto di magnitudo 5,8 Richter ha colpito poco dopo le 3.30 l'Abruzzo, epicentro L'Aquila. Si parla di oltre 50 vittime
Sono centinaia le scosse di terremoto che si susseguono a sciami nella zona dell'Aquilano colpita dal sisma della notte scorsa. Delle centinaia di eventi molti non sono avvertibili dalla popolazione, sono solo strumentali. Massimo Cocco dalla sala sismica dell'Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia ha dichiarato:''Le scosse di assestamento proseguiranno nei prossimi giorni e al momento non è possibile prevederne l'intensità''. 

***
L'ultimo bilancio reso noto da fonti ospedaliere alle ore 21 parla di oltre 150  vittime accertate tra cui molti bambini. I feriti sono 1.500, un centinaio i dispersi, decine di migliaia gli sfollati.
***
Mia riflessione guardando le foto: il sisma è stato di notevole intensità ma non catastrofico, come erano costruiti gli edifici andati letteralmente in briciole?

***
Ultimi dati diffusi dalla Protezione civile.
I morti accertati sono 179, le vittime non ancora identificate sono 40, ci sono 34 dispersi e 1500 feriti. Gli sfollati sono 17000. I soccorritori hanno estratte vive dalle macerie 100 persone.
***
7 aprile 2009
Nuova violenta scossa di terremoto - magnitudo 5.3 della scala Richter - alle ore 19.48; è peggiorata la stabilità della basilica.
Il centro di coordinamento dei soccorsi all'Aquila ha aggiornato i dati, le vittime sono 235, un migliaio i feriti e 17 mila le persone assistite. Dopo 30 ore dalla prima scossa è stata trovata viva e in buone condizioni, fra i calcinacci del suo letto, una novantottenne. Una ragazza è stata estratta viva dopo 42 ore.
***
 Silvio Berlusconi, nel corso di una conferenza stampa sulla situazione in Abruzzo ha dichiarato: "Ringraziamo i paesi stranieri per la loro solidarietà ma invitiamo a non inviare qui i loro aiuti. Siamo in grado di rispondere da soli alle esigenze, siamo un popolo fiero e di benessere e li ringrazio ma bastiamo da soli".
***
TERREMOTO: 48580, NUMERO SMS A SOSTEGNO POPOLAZIONI COLPITE

Lunedì 06 Aprile 2009   Gli operatori di telefonia mobile TIM, Vodafone, Wind e 3 Italia, d'intesa con il Dipartimento della Protezione Civile, hanno attivato la numerazione solidale 48580 per raccogliere fondi a favore della popolazione dell'Abruzzo gravemente colpita dal terremoto. Ogni SMS inviato contribuirà con 1 euro, che sarà interamente devoluto al Dipartimento della Protezione Civile per il soccorso e l'assistenza. E' possibile donare 2 euro attraverso chiamata da rete fissa di Telecom Italia, utilizzando lo stesso numero 48580. Il Dipartimento della Protezione Civile fornirà tutte le indicazioni sull'utilizzo dei fondi raccolti. Domenico Murrone, responsabile Aduc per le telecomunicazioni, ha detto di fare attenzione all'esatta digitazione del numero. Si tratta dei famigerati 48xxx, numeri per cui basta sbagliare una cifra e non si sa a chi finiranno i soldi.
E' un piccolissimo contributo, ma se lo facciamo tutti diventa un aiuto concreto.
***
L'Aquila 8 aprile: Il numero delle vittime continua ad aumentare
L'ultimo bilancio della Protezione civile parla di 250 morti accertati  Le salme non ancora identificate sono 11

***

Onna: una casa intatta
(liberamente tratto da un articolo letto su : tiscali notizie)
Onna è forse il paese simbolo di questo terremoto, la località è stata rasa al suolo e solo una casa ha resistito, qui si è avuto percentualmente il più alto numero di vittime. La presidente regionale dell'Unitalsi Maria Lilia Ranalletta che è sul territorio con i volontari ha dichiarato: "Tutto il paese è completamente distrutto l'unica casa assolutamente intatta è un'abitazione dove nel cortile c'é una piccola statua della Madonna di Lourdes, di circa 30 centimetri che è rivolta verso la casa. Non faccio nessun commento: l'unica cosa che posso dire e che nella mia esperienza sia nell'Unitalsi che nella vita questo non rappresenta un fatto eccezionale. Tante volte ho visto case di questo tipo e io insieme a tanti volontari abbiamo la certezza della protezione speciale della Madonna. E' un fatto che non mi meraviglia".

Ho assoluto rispetto per la sua fede e forse la Madonna ha protetto quella casa ma, sarebbe giusto rilevare che quella costruzione è l’unica edificata con veri sistemi antisismici - notizia data nei telegiornali
- questo particolare dovrà essere considerato nella fase della ricostruzione.
***
Il bilancio del terremoto si aggrava di ora in ora
272 i morti, di cui 16 bambini, 9 i corpi non identificati, un migliaio i feriti, quasi 28.000 gli sfollati.
***
Il governo intende introdurre un nuovo reato penale per punire gravemente lo sciacallaggio.
La Protezione civile afferma che nelle zone terremotate stanno arrivando «sciacalli provenienti da diverse parti d'Italia». Le forze dell'ordine dicono invece che non risultano azioni di sciacallaggio, sono stati segnalati sei casi ma i controlli hanno avuto esiti negativi. Sono oltre mille gli uomini delle forze dell'ordine impegnati nel controllo dei luoghi colpiti dal terremoto.
***
9 aprile
Il fronte del terremoto si sposta
Questa notte intorno alle 2.52 nuova forte scossa magnitudo 5.1 della scala Richter e una di magnitudo 4 all’alba. Il fronte del terremoto si è spostato sulla direttrice più a nord L'Aquila-Pizzoli-Barete e questo impensierisce i geologi. Il numero delle vittime è salito ancora, è uno stillicidio continuo. I dati forniti dai carabinieri sono: 278 le vittime accertate, 8 delle quali ancora da identificare, 28.000 gli sfollati, 18 mila dei quali sono ospitati nelle 31 tendopoli allestite.
***

****


9 aprile
Il presidente Napolitano in visita alle zone terremotate ha detto:
..."Deve esserci un esame di coscienza senza discriminanti né coloriture politiche, riguardo a chi ha avuto responsabilità. Nessuno in questi casi dovrebbe chiudere gli occhi".
Durante la visita a Onna, innervosito dalla presenza dei fotoreporter ha allargato le braccia e ha esclamato: "Poiché non sono venuto qui per farmi fotografare da voi, fatevi da parte: non rompete!".

****


***
L’Aquila 10 aprile 2009 -
Funerali di stato per 205 delle 289 vittime del sisma, gli altri hanno optato per esequie private.

L'Imam Bashan Mohammed Nour ha letto un pensiero per le sei vittime islamiche
***

Funerale del Capo Squadra Esperto Marco Cavagna - Medaglia d'oro alla memoria
E' stato celebrato nella Chiesa Parrocchiale di Treviolo (BG) il funerale del Capo Squadra Esperto Marco Cavagna, deceduto in servizio il 6 aprile mentre prestava soccorso alla gente colpita dal terremoto. Marco 49 anni padre di due figli era appena arrivato a L'Aquila e faceva parte della colonna mobile partita da Bergamo. Colto da malore mentre cercava di salvare altre vite, era stato prontamente soccorso ma era morto durante il trasporto in ospedale. Marco è stato l'esempio dei valori di solidarietà, umanità e altruismo di tutti gli uomini che si sono prodigati per soccorrere i terremotati.
***
interferogramma
10 Apr 2009
L'Aquila si è spostata di 15 centimetri

Terremoto de L’Aquila: i dati rilevati del sistema satellitare COSMO-SkyMed, processati dall’Istituto IREA-CNR, mostrano che il terreno dell'area si è spostato fino a 15 cm. Gli interferogramma si basano su immagini di una stessa zona geografica acquisite in tempi diversi, allo scopo di misurare deformazioni della superficie terrestre. Nelle immagini sono visibili diverse frange colorate, ogni frangia corrisponde a uno spostamento del terreno di 15 mm causato dal sisma. Nell'area interessata dalle maggiori deformazioni sono state rilevate circa dieci frange, corrispondenti a circa 15 cm di spostamento del suolo.
***
Sabato hanno concluso gli scavi per cercare eventuali corpi: il bilancio finale delle vittime è stato di 293 morti e non ci sono altri dispersi.
Le ruspe hanno cominciato a portare via le macerie e i detriti.
***
Ora io vorrei…
Vorrei che certi giornalisti la smettessero di fare domande idiote, che la televisione non si vantasse degli indici di ascolto, che i politici cessassero di passeggiare con un codazzo di persone al seguito fra la gente disperata. Sarebbe bello se la smettessero di dirci, quanto sono stati bravi a fronteggiare l’emergenza (grazie a tutti i volontari). In una tragedia come questa io avrei voluto sentire che, nonostante tutto, le case hanno retto e la popolazione non ha subito perdite perché lo Stato ha sempre vigilato sul modo di edificare. Invece anche gli edifici pubblici costruiti da poco si sono sbriciolati (crollano scuole anche senza il terremoto). Dicono che se ci sono dei colpevoli, questi pagheranno ... vedremo! 
***
13 aprile 2009
L'Aquila in azione le ruspe

>Tendopoli < clicca                                   

Nessun commento:

Posta un commento

Anonymous comments with advertising links are automatically considered SPAM