saluto


domenica 2 gennaio 2011

L'amore e la follia


L'amore e la follia 
Si racconta che un giorno si ritrovarono in un luogo della terra tutti i sentimenti e le qualità degli uomini. A un tratto la Follia propose: Si gioca a nascondino?
"Nascondino? Che cos'è?" - domandò la Curiosità.
"E' un gioco, - spiegò la follia- in cui io mi copro gli occhi e mi metto a contare fino a 100 mentre voi vi nascondete e, quando avrò terminato di contare,
il primo di voi che scopro prenderà il mio posto per continuare il gioco."
Accettarono tutti ad eccezione della Paura e della Pigrizia.
1,2,3. - la Follia cominciò a contare.
La Fretta si nascose per prima, dove le capitò.
La Timidezza timidamente si nascose tra le fronde degli alberi.
La Gioia corse in mezzo al giardino.
La Tristezza cominciò a piangere, perché non trovava un angolo adatto per nascondersi.
L’Invidia seguì il Trionfo e si nascose dietro di lui che aveva trovato un masso per celarsi.
La Follia continuava a contare mentre i suoi amici si nascondevano. Quando arrivò a 99, solo l'Amore non aveva ancora trovato un posto, dove nascondersi, poi notò un cespuglio di rose e decise di nascondersi tra i suoi fiori.
CENTO! Gridò la Follia e cominciò a cercare.
La prima a essere trovata fu la Curiosità, poiché uscì per vedere chi sarebbe stato il primo a essere scoperto.
Poi la Follia vide il Dubbio sopra un recinto che non sapeva da quale lato, si sarebbe meglio nascosto, di seguito scoprì la Gioia, la Tristezza, la Timidezza.
Quando tutti erano riuniti, la Curiosità domandò:
"Dov'è l'Amore?"
Nessuno l'aveva visto.
La Follia cominciò a cercarlo, guardò dietro ogni albero, ogni pietra, in ogni luogo e quando stava per rinunciare scorse il cespuglio di rose e cominciò a muoverne i rami. All'improvviso, si udì un grido di dolore, le spine avevano ferito gli occhi dell'Amore!
La Follia non sapeva che cosa fare per discolparsi. Pianse, implorò, domandò perdono e gli promise che sarebbe diventata la sua guida e alla fine l'Amore accettò le scuse.
Da allora, l’Amore è cieco e la Follia lo accompagna sempre.

Nessun commento:

Posta un commento

Anonymous comments with advertising links are automatically considered SPAM