saluto


mercoledì 14 settembre 2011

Essere ottimisti


Ottimismo
 La parola "Ottimismo" fu un’invenzione di Voltaire nel libro: "Candido o dell’ottimismo" .
Numerose ricerche attestano che gli ottimisti si ammalano di meno, vivono più a lungo, riescono meglio a scuola e nel lavoro, hanno una vita di relazione più ricca, hanno più successo nella politica. ("Imparare l'ottimismo" Martin Seligman).
Gli ottimisti tendono a interpretare i propri problemi come transitori, controllabili e circoscritti a un’unica situazione.
Ottimista è chi ritiene che le cose non possano andare peggio di come vanno. (Alessandro Morandotti).
Nel mare di pessime cose che ci ondeggia attorno, e minaccia di sopraffarci, anche un turacciolo apparso all'improvviso ci sembra l'isola sulla quale mettersi in salvo. Ci ho pensato parecchio, e ho concluso che quello che ci frega non è il pessimismo, non la depressione, non il malumore. Quello che ci frega, e ci fa alzare al mattino, e non ci fa disertare, è l'ottimismo. Se il nostro sguardo sul mondo fosse un poco più lucido, avremmo già dato, da tempo, le dimissioni. (Michele Serra).
L'ottimismo è il contentino di piccoli uomini che occupano grandi posti.
(Francis Scott Fitzgerald)
Il diavolo è un ottimista se crede di poter peggiorare gli uomini. (Karl Kraus)
Non so se ridere o piangere. Nell'incertezza, rido. (Alfredo Accatino)

Nessun commento:

Posta un commento

Anonymous comments with advertising links are automatically considered SPAM