saluto


sabato 16 ottobre 2010

Edward Gein


Girando in rete per trovare riscontri alla storia dei libri rivestiti con pelle umana, mi sono imbattuto in questa storia raccapricciante, io che metto immagini sotto ogni post qui non ne metto, ma in rete ci sono alcune immagini e fanno rabbrividire!
EDWARD GEIN
(Wisconsin, 1906-1984) -il necrofilo e la sua casa degli orrori-
Ed Gein, questo personaggio è considerato fra i più terrificanti nella storia USA. I suoi genitori erano l'uno, l'opposto dell'altro, il padre era un alcolizzato, mentre la madre era una religiosa che sfiorava il fanatismo. Questa non permetteva ai propri figli di avvicinarsi alle ragazze, perché le considerava dedite al peccato e avrebbero deviato le loro menti e la loro fede. Così Edward crebbe nella fattoria di famiglia in un piccolo paesino del Wisconsin, senza altre conoscenze al di fuori del padre, la madre e il fratello. Finchè a 34 anni morì il padre e 7 anni dopo la madre, mentre il fratello Henry perse la vita in un incendio. Rimasto solo nella fattoria Edward, iniziò a dare sfogo a tutte le sue curiosità e desideri che aveva verso le donne. Prima cominciò a disseppellire cadaveri femminili, dai quali esportava alcune parti che portava a casa; ma presto si stancò di aspettare l'arrivo dei morti al cimitero, anche perché la maggior parte non erano donne giovani e belle, e decise di auto procurarsi i cadaveri. La sua prima vittima si dice l'abbia fatta nel 1954, ma furono le ricerche di Berenice Worden, scomparsa nel 1957, a portare la polizia alla fattoria di Gein nel Wisconsin. Quello che la polizia trovò sconvolse la popolazione americana; nell'abitazione di Ed Gein, tra sporcizia e squallore, furono rinvenute parti umane conservate, crani e scheletri. Ed Gein li usava anche per costruirsi oggetti, come: un piccolo tamburo di pelle umana, una poltrona con braccia al posto dei braccioli, una collana di capezzoli usati come fossero perle, il letto decorato con teschi, una tazza di nasi e vagine sotto spirito. Una vera casa degli orrori; Berenice Worden fu ritrovata nella legnaia della fattoria era con la testa mozzata ed era stata scuoiata. Nell'armadio di Ed Gein furono ritrovati parecchi vestiti cuciti con pelle umana. Si diceva che Edward cuciva abiti femminili con pelle di donne, per poi indossarli e uscire a danzare sotto la Luna. Fu processato e rinchiuso in un ospedale psichiatrico, dove morì il 26 Luglio 1984. Dopo questo avvenimento il modo di pensare in America cambiò. La gente capì che non poteva più fidarsi nemmeno del proprio vicino di casa, che all'apparenza poteva sembrare una persona normalissima. Infatti, il vicino di casa di Ed Gein, lo considerava una brava persona, un tipo inoffensivo.

Nessun commento:

Posta un commento

Anonymous comments with advertising links are automatically considered SPAM