saluto


giovedì 7 ottobre 2010

Globicefalo

Globicefalo
Globicephala melas Traill

In Mediterraneo il Globicefalo viene rinvenuto intrappolato nelle reti pelagiche derivanti, ma non si hanno dati relativi a minacce specifiche che possano creare problemi per la consistenza numerica delle popolazioni. Questo cetaceo dà luogo a spiaggiamenti di massa nelle zone extra mediterranee, è un cetaceo che predilige le acque temperato-fredde, tanto che nei tropici è assente. Frequenta le acque profonde, dove compie immersioni prolungate alla ricerca di cibo, che consiste soprattutto di molluschi cefalopodi, anche se all’occorrenza non disdegna i pesci.
Per il Mediterraneo e in particolare per i mari italiani non si hanno dati in merito alla consistenza numerica delle popolazioni. Il Globicefalo è un cetaceo gregario che forma branchi di alcune decine di individui i quali, riunendosi a loro volta, arrivano a costituire gruppi di molte centinaia di capi.
I dati concernenti il comportamento riproduttivo riguardano soprattutto le popolazioni del Nord Atlantico. La stagione riproduttiva corrisponde alla primavera e all’inizio dell’estate. I parti avvengono dopo 14-15 mesi di gestazione e l’intervallo medio tra un parto e il successivo è di 3 anni e mezzo. L’allattamento può durare anche più di due anni.
La lunghezza del neonato è di circa 1,7 metri, con peso di 80-100 kg. Le femmine raggiungono la maturità sessuale a 3-4 metri di lunghezza, tra i 6 e i 10 anni d’età, i maschi a circa 5 metri di lunghezza, ad un’età di circa 15 anni. Le dimensioni dei maschi sono notevolmente superiori a quelle delle femmine: queste ultime hanno una lunghezza media di 5 metri, i maschi possono superare i 7 metri e le 2 tonnellate di peso.

Nessun commento:

Posta un commento

Anonymous comments with advertising links are automatically considered SPAM