saluto

giovedì 7 ottobre 2010

L'anguilla elettrica


L'anguilla elettrica, Electrophorus electricus  
E' un pesce d'acqua dolce della famiglia delle Gymnotidae. È il più grosso dei gimnotidi e nonostante il nome, non è un'anguilla. È conosciuto soprattutto per la sua capacità di generare, dei potenti campi elettrici, dell'ordine di alcune centinaia di volt, che utilizza sia per la caccia che per l'autodifesa.
Può raggiungere dimensioni massime di 2-2.5 metri in lunghezza, per un massimo di 20 chili di peso, ha una coda che occupa i quattro quinti della lunghezza totale. Questo pesce ha uno sviluppato potere di rigenerazione e la coda, se si spezza accidentalmente, ricresce. E’ un pesce aerobico, e ad intervalli di circa 10 minuti è costretto a salire in superficie per respirare aria.
L’Electrophorus vive nell'America meridionale e nel bacino dell'Amazzonia. La scossa elettrica prodotta è sufficiente per folgorare un pesce, ma non può uccidere un uomo o un grosso mammifero. Dopo alcune scariche l'energia dell'animale si esaurisce, e sono necessari un lungo periodo di riposo e un'adeguata alimentazione affinché il pesce possa ricaricare le sue batterie.
L'elettroforo possiede tre paia di organi elettrici addominali in grado di produrre una differenza di potenziale e generare così un campo elettrico. Questi organi sono costituiti da cellule speciali denominate elettrociti, sono circa 5 o 6 mila, e possono produrre una scarica di più di 500/600 volt, ed un flusso di corrente pari a 500 watt. 

Nessun commento:

Posta un commento

Anonymous comments with advertising links are automatically considered SPAM