saluto


domenica 3 ottobre 2010

Tartarughine acquatiche


Tartarughine acquatiche
 Crescere una tartaruga non è una cosa facilissima, si adattano bene alla vita in cattività e diventano spesso molto socievoli, riconoscono chi da loro il cibo. Alcune prediligono i gamberetti essiccati, ma esiste un tipo di mangime bilanciato prodotto per loro.
Possono mangiare anche pezzettini di pesce, crostacei, foglie di lattuga tenera, spinaci, pomodori maturi, zucchine, pezzetti di frutta. La carne per loro è troppo grassa e i vegetali solitamente cominciano a mangiarli quando hanno 1-2 anni.
Le tartarughine piccole devono mangiare poco e spesso, almeno due volte il giorno. Il cibo va messo in acqua perché hanno bisogno dell'acqua per inghiottire ma poiché il cibo in acqua si deteriora velocemente, bisogna metterne poco alla volta. Hanno bisogno di molto calcio per far crescere il guscio e mantenerlo duro. Oltre al calcio e alle vitamine, il sole è indispensabile per il guscio e lo scheletro delle tartarughe, d'estate devono poter prendere il sole almeno per due ore il giorno. Le tartarughe cambiano la pelle, la cosa è normale, ma se la pelle sembra rossa o irritata, potrebbe trattarsi di un fungo della e bisogna consultare un veterinario. 
Le malattie delle tartarughe non sono trasmissibili all'uomo, ma è bene evitare di avvicinarsi a loro quando noi siamo raffreddati perché potremmo contagiarle. Lavarsi le mani dopo averle maneggiate perché sul carapace hanno molti batteri.
Se avete più tartarughe e una di loro si ammala, dovete separarla dalle altre finché non guarisce

Nessun commento:

Posta un commento

Anonymous comments with advertising links are automatically considered SPAM