saluto


lunedì 8 novembre 2010

Ipogeo di Hal Saflieni – Malta -


Ipogeo di Hal Saflieni, nei pressi della città di Paola, Malta
Patrimonio Mondiale dell’umanità UNESCO
Hal Saflieni Hypogeum è una struttura sotterranea unica nel suo genere e risale alla preistoria maltese. Si suppone che in origine fosse un santuario, trasformato poi in una necropoli. Fu scoperto casualmente nel 1902 da alcuni muratori, che stavano scavando delle fondamenta per nuove abitazioni. Il primo studioso della necropoli fu Padre Manuel Magri della Compagnia di Gesù che fu sostituito alla sua morte avvenuta nel 1907 da Temistocles Zammit. Nel tempo è stato riportato alla luce l'intero complesso che comprende un Santuario e una Necropoli, si estende per 500 m² ed è formato da saloni, camere e passaggi disposti su tre livelli scavati nella roccia.
*Il primo livello (3600-3300 a.C.) è costituito da un grande antro con un passaggio centrale e camere sepolcrali sui lati, alcune sono caverne naturali ampliate artificialmente. In una delle stanze sono ancora visibili resti sepolcrali.
*Nel livello centrale (3300-3000 a.C.) ci sono varie stanze con le pareti accuratamente scolpite, alcune zone sono affrescate con dipinti curvilinei e a spirale di colore rosso ocra. La stanza detta ”dell’oracolo” è una delle più piccole ma ha una particolarità: su una parete c’è un foro, se un uomo infila la testa e parla può essere ascoltato in tutto l'ipogeo ma, se a parlare è una donna non si ottiene lo stesso effetto.
* Al terzo livello (3150-2500 a.C.) c’è solo acqua, si pensa che sia stato usato come deposito.
Durante gli scavi sono state rinvenute: ossa umane, strani teschi dolicocefali (crani dalla forma allungata, uno è privo della saldatura mediana) stoviglie, collane, amuleti, piccoli animali intagliati e statuette.

Nessun commento:

Posta un commento

Anonymous comments with advertising links are automatically considered SPAM