saluto


mercoledì 24 novembre 2010

Jeans 501 Levi Strauss

Jeans 501
Un paio di jeans 501 Levi Strauss vecchio di 115 anni è stato venduto, nel giugno 2005 da Randy Knight tramite il sito di EBAY USA. Un collezionista giapponese, rimasto anonimo, li ha acquistati per 60.000$.
****
Jeans
"Genes" deriva da Genova. A metà dell’800 Levi Strauss tedesco immigrato negli Stati Uniti, importa da Genova una tela di cotone blu molto resistente che di solito è utilizzata per i calzoni dei marinai genovesi e dai cercatori d’oro. Nascono i blue-jeans, brevettati da Strauss nel 1873.
In seguito Strauss impiegherà il “serge”, tessuto proveniente dalla città di Nîmes in Francia, da cui deriverà il nome denim.
I blue-jeans hanno cuciture ribattute con filo arancione, rivetti in metallo per rinforzare gli angoli delle tasche, che sono in tutto cinque, quelle posteriori hanno un disegno ad ali di gabbiano. Importati in Europa, subito dopo la Seconda Guerra Mondiale diventano nel corso degli anni Cinquanta il simbolo dei giovani ribelli. Il modello più diffuso è il 501, blu scuro, rigorosamente a tubo, chiuso con bottoni di metallo. Negli anni Sessanta sono il simbolo indiscusso della contestazione. Poi la moda li trasforma, diventano più chiari, slavati, stinti, il tessuto diventa più leggero, si stringono, si allargano, si accorciano, si strappano seguendo le tendenze della moda, ma il taglio del cinque tasche rimane un classico.
C’è una leggenda sui jeans: nel 1873 Levi Strauss ha voluto dimostrare la qualità superiore dei suoi capi legando un paio di jeans Levi’s® a due cavalli e facendoli tirare in direzioni opposte. I pantaloni hanno resistito al test e dal 1886 i jeans Levi’s® hanno sulla cintura l’etichetta con i due cavalli.

2 commenti:

  1. Sai che mio marito compra solo i 501, non sapeva della leggenda!
    Mi piace tantissimo il tuo blog, mi diverte!

    RispondiElimina
  2. Poiché avete una bella officina potreste fare la prova resistenza dei 501 usando una vecchia Citroen 2 cavalli ahahah.
    Grazie per l'apprezzamento del blog. Buona giornata Elisa un abbraccio.
    enrico

    RispondiElimina

Anonymous comments with advertising links are automatically considered SPAM