saluto


sabato 11 dicembre 2010

Disastro ferroviario di Viareggio: decisa assegnazione contributi

Strage Viareggio: decisa assegnazione contributi

«Entro la fine di novembre 2010 liquideremo i familiari di 24 vittime che secondo le direttive della `Legge Viareggio' hanno diritto ai fondi, e i 6 feriti gravissimi». Questo è quanto emerso al termine dell'incontro del sindaco Luca Lunardini col commissario straordinario Enrico Rossi riguardante la distribuzione dei 10 milioni di euro della Legge Viareggio. Ognuno dei liquidati riceverà una somma a partire da 200 mila euro. «Il minimo saranno 200 mila euro - precisa il sindaco - poi si terrà conto di 4 fattori, ovvero se ci sono figli a carico, mutui da pagare e se la persona lavora o meno, per valutare se aumentare i denari da destinare a ognuno. Nel caso, saranno aumenti che variano dal 25 al 50 per cento».
Trentotto persone sono indagate nell'ambito dell'inchiesta della procura di Lucca sulla strage. Sono in corso di notifica gli avvisi della richiesta di incidente probatorio, di cui sono destinatari anche otto enti per violazioni del decreto sulla responsabilità amministrativa.

*****
I fatti:

Viareggio: disastro ferroviario 30 giugno 2009.
L'incidente ferroviario di Viareggio è uno dei più gravi avvenuti in Italia negli ultimi anni e risolleva il problema della sicurezza sulle strade ferrate. All'altezza di Viareggio per il probabile cedimento di un carrello di uno dei primi carri cisterna, sono deragliati cinque vagoni del treno merci “50325” formato da quattordici vagoni carichi di cisterne di Gpl. La prima cisterna si è rotta provocando la fuoriuscita del gas ed è scoppiato un inferno di fuoco con fiamme altissime che hanno avvolto case, auto, persone, bambini. I morti sono quattordici *, trentasei i feriti alcuni sono gravissimi, tre i dispersi, L'onda d'urto ha fatto crollare due palazzine cinque sono rimaste danneggiate, Secondo i dati forniti dal sindaco di Viareggio sono state evacuate precauzionalmente 1.115 persone poiché gli incendi sono domati, ma si deve travasare il gas dalle cisterne che fortunatamente non sono esplose. Gli sfollati veri e propri sono circa 300. La causa dell'incidente di Viareggio sembra sia stato il cedimento strutturale di un carrello, pare sia un tipo d’incidente abbastanza frequente. Il carro era stato revisionato, il 2 marzo 2009 e il peso del carro pare fosse perfettamente in regola con quanto prescritto, secondo quanto certificato dalla documentazione di accompagnamento. Leggo in rete che Maria Nanni e Giuseppe Lombardo della segreteria regionale toscana dell'Orsa, l'organizzazione sindacati autonomi e di base del settore ferrovie, affermano che questo è il quinto incidente ferroviario in Toscana dallo scorso 6 giugno che ha visto convogli deragliare o sviare.
Il fatto che il convoglio appartenga o meno alle nostre ferrovie non mi sembra molto importante, non sono un esperto ma mi sembra che qualche cosa non funziona in queste revisioni, ammesso che siano compiute scrupolosamente, forse si devono rivedere almeno i parametri che riguardano l’usura e i kilometri percorsi dai mezzi.
*4 luglio: Le vittime sono salite a ventidue, martedì i funerali di stato, sedici le persone ancora ricoverate, una è dispersa di lui non si è ritrovato nulla da seppellire. Nel pomeriggio le salme delle sette vittime di origine marocchina torneranno nel loro paese a bordo di un aereo messo a disposizione dal re del Marocco.                      
*Le vittime finali sono state trentadue

Nessun commento:

Posta un commento

Anonymous comments with advertising links are automatically considered SPAM