saluto


domenica 12 dicembre 2010

La scuola

La scuola
Oggi, nonostante l'impegno dell'UNESCO e di alcune organizzazioni non governative, sono ancora circa un miliardo, gli adulti analfabeti nel mondo.
Fra gli ottantotto milioni di bambini che non frequentano la scuola e che non sanno leggere, due terzi sono bambine. Il divario fra chi ha accesso all'istruzione, incluso quello a Internet, e coloro che invece non hanno questo privilegio invece di diminuire aumenta. L'Unesco definisce l'istruzione, una priorità assoluta e la scolarizzazione delle ragazze parte integrante dell'azione intrapresa per lottare contro la povertà ed assicurare lo sviluppo sociale. E’ sconfortante pensare che più del 90% degli accessi ad Internet si trovi nei Paesi sviluppati e la metà della popolazione mondiale non possiede il telefono. Le famiglie troppo povere sono costrette a rinunciare alla scolarizzazione dei propri figli o a dover compiere una scelta che, nella maggior parte dei casi andrà a discapito delle figlie femmine. Ultimamente poi i disastri e le calamità naturali, abbattutisi recentemente su numerosi paesi in via di sviluppo - soprattutto asiatici - hanno portato al taglio delle spese sociali e costretto molti bambini a lasciare la scuola. Per le donne che vivono nelle zone rurali, l'alfabetizzazione rappresenta un vantaggio che si ricollega direttamente alla loro vita di tutti i giorni. L'istruzione permette loro di comprendere le prescrizioni mediche, leggere le etichette dei farmaci, diventare autonome e sconfiggere lo sfruttamento economico. Attraverso l'alfabetizzazione, le donne sono in grado di migliorare le condizioni di vita della propria famiglia (salute, alimentazione), assicurare il benessere dei propri figli, utilizzare le nuove tecnologie. Diversi studi hanno dimostrato, che le madri alfabetizzate hanno maggiori probabilità di superare quelle pratiche tradizionali, consistenti nell'impiego di cure basate su rimedi naturali d'incerta efficacia, spesso nocive per la salute. Hanno un atteggiamento meno fatalista nei confronti delle malattie, così favoriscono la loro sopravvivenza e quella dei membri della propria famiglia.
Esiste una relazione fra l'istruzione e il tasso di mortalità infantile. In Pakistan e in Indonesia, ad esempio, è stato costatato che il tasso di mortalità diminuiva addirittura del 50% nel caso di madri che avevano frequentato la scuola elementare ma, purtroppo l'istruzione è ancora un lusso per alcuni minori del Terzo mondo.

Nessun commento:

Posta un commento

Anonymous comments with advertising links are automatically considered SPAM