saluto


giovedì 16 dicembre 2010

Mentawai (kabupaten) Sumatra

Isole Mentawai
Le Mentawai sono gruppo d’isole dell'oceano Indiano, disposte parallelamente alla costa occidentale di Sumatra, dalla quale sono separate dallo stretto delle Mentawai. L'arcipelago è formato da una settantina d’isole vulcaniche, il Gunung Kerinci (3.800 m.) è un vulcano ancora attivo. Le quattro isole maggiori sono: Siberut la più grande, Pagai Utara, Pagai Selatan e Sipura la più piccola. Le Mentawai sono un distretto autonomo della provincia di Sumatra, suddiviso in cinque sottodistretti. Il capoluogo è Tua Pejat, nell’isola Sipura.
La popolazione autoctona dell’arcipelago, detta anch’essa Mentawai, è giunta nelle isole in un’epoca compresa tra il 2000 a.C. e il 500 a.C. La civiltà moderna ha sospinto nel cuore della foresta le ultime tribù, che vivono in stretto contatto con la natura, abitano su palafitte, si nutrono di selvaggina miele, larve e vegetali ricavati da alcuni alberi. L’organizzazione della famiglia e della società è a carattere matriarcale. Ogni clan ha un tatuaggio tribale che lo caratterizza, gli sciamani sono molto orgogliosi dei loro tatuaggi, credono che in essi risieda la loro forza spirituale.
Molte delle specie animali sono endemiche, tra queste vi sono: il rinopiteco di Pagai, il gibbone, il macaco e il presbite delle Mentawai. Lo Jembatan Akar è un ponte sospeso formato da radici ed è l’unico “ponte vivente” che si conosca.
Dalla fine degli anni ottanta le isole sono frequentate dai turisti che ne apprezzano le bellezze naturali e sono molto amate dai surfisti.

Nessun commento:

Posta un commento

Anonymous comments with advertising links are automatically considered SPAM