saluto


giovedì 13 gennaio 2011

Il nuovo direttore generale


Un’azienda pensò che fosse giunto il momento di cambiare il proprio stile di gestione e assunse un nuovo Direttore Generale.
Questo arrivò deciso a trasformare tutto, fin dalle fondamenta, e far diventare l’azienda più redditizia.
Il primo giorno, accompagnato dai suoi due principali assistenti (assunti con lui), volle fare un’ispezione approfondita in tutta l’azienda.
In magazzino tutti stavano lavorando alacremente, con la sola eccezione di un ragazzo che se ne stava appoggiato alla parete, mentre con le mani frugava nel portafoglio.
Vista immediatamente una buona opportunità di dimostrare la sua filosofia di lavoro votata al massimo della produttività, il Direttore, con aria di superiorità, chiese al ragazzo:
- Quanto guadagni al mese?
- Settecento euro, perché?
Rispose il ragazzo, senza capire il motivo di questa domanda.
 Il Direttore tirò fuori dal proprio portafoglio 700 Euro e li diede al ragazzo, dicendo:
 - Questo è il tuo stipendio di un mese. Adesso sparisci e non tornare mai più!
 Il ragazzo guardò il denaro, lo contò e se ne andò ubbidendo all’ordine ricevuto.
 Il Direttore Generale a quel punto, gonfiando il petto, chiese allora a un gruppo di operai:
 - Qualcuno di voi sa che cosa ci faceva qui quel tizio?
Sissignore. Risposero attoniti gli operai.
 Era venuto a portare le pizze.

Ci sono persone che aspirano solo a comandare, e si dimenticano che bisogna anche pensare.
 

Nessun commento:

Posta un commento

Anonymous comments with advertising links are automatically considered SPAM