saluto


venerdì 3 giugno 2011

La linea ferroviaria Transandina




La linea ferroviaria Transandina
Considerata dal National Geographic come una delle più affascinanti del mondo è diventata una delle attrattive turistiche più famose dell’Ecuador, oggi è percorribile solo il tragitto da Riobamba a Sibambe negli altipiani centrali.
Da Riobamba, incontrando varie stazioni quasi totalmente abbandonate, il treno raggiunge la località di Guamote e poi quella di Alausí, situata a 2.374 metri sul livello del mare.  In un viaggio che dura 6 ore si passa su ponti scricchiolanti, che attraversano profondi precipizi, la famosa Nariz del Diablo e si arriva alla stazione di Alausí dove autobus stracarichi riaccompagnano i turisti verso le principali città. I più spregiudicati possono viaggiare sul tetto del treno.
Nel 1860 iniziarono i primi lavori per costruire la “ferrovia più difficile al mondo”, che da Guayaquil avrebbe dovuto raggiungere Quito. Nel 1874 arrivò la prima locomotiva che raggiunse Milagro, ma la costruzione del tratto ferroviario più difficile fu avviata nel 1899. Presto la ferrovia raggiunse la famosa Nariz del Diablo, una roccia a strapiombo che provocò numerose morti durante la fase di costruzione della linea, uno zig-zag tra le rocce che permise al treno di raggiungere Alausí. La costruzione terminò nel 1902 e il tratto fino a Riobamba nel 1905. Da questo punto in poi la costruzione fu più facile. Il 25 giugno 1908 il treno raggiunse Quito dove fu accolto da quattro giorni di festa con danze, corone di fiori e feste popolari.
La ferrovia Transandina arrivava a un'altitudine di 3.604 metri prima della sua chiusura causata dalle piogge torrenziali che provocarono molte frane.
 

Nessun commento:

Posta un commento

Anonymous comments with advertising links are automatically considered SPAM