saluto

martedì 20 settembre 2011

Codex Gigas


Codex Gigas
Il Codex Gigas o Bibbia del Diavolo è noto perché è un ”libro maledetto” ed è il più grande manoscritto medioevale conosciuto; è conservato dal 1649 nella Biblioteca Nazionale di Stoccolma. Il codice pare sia stato creato nel monastero benedettino di Podlažice in Boemia da Herman il recluso, il 1229 è indicato come l'anno di completamento dell'opera.
Il libro contiene:
*Trascrizione completa della Bibbia
* Antichità giudaiche e Guerra giudaica (è la storia degli ebrei sotto il dominio romano). Sono due lavori di natura storica di Flavius Josephus, vissuto nel primo secolo d.C.
*Etymologiae di Isidoro di Siviglia, vissuto in Spagna nel VI secolo (è un trattato contenente medicamenti, formule magiche, incantesimi.)
*Chronica Boëmorum di Cosma Praghese (è la storia della Bohemia dal 1045 al 1125.)
      Altri testi brevi sono
*La città dei Cieli (un lavoro sulla penitenza)
*Esorcismo degli spiriti malvagi (per esorcizzare gli spiriti maligni).
*Calendario con la lista di santi e l'elenco monaci dei monasteri di Podlažicama.
Il Codex Gigas, riccamente miniato, era originariamente composto di 320 pagine ma otto sono state rimosse. Il volume è lungo 92 centimetri, largo 50, alto 22. Il peso è 75 Kg. poiché le pagine sono di pergamena.
Il manoscritto, in latino, non mostra errori d'ortografia e la calligrafia di chi l’ha scritto e sempre uguale dall'inizio alla fine dell'opera.
Queste caratteristiche hanno alimentato una leggenda:
Il monaco Herman condannato ad essere murato vivo, aveva
infranto alcune regole dell'ordine, per salvarsi s'impegnò a scrivere in una sola notte un'opera monumentale che glorificasse il suo monastero. Quando si rese conto che l'impresa sarebbe stata impossibile, chiese aiuto al diavolo; questo giustificherebbe l'immagine a tutta pagina che raffigura il demonio.
Alcuni studiosi ipotizzano che nella realtà, l'opera potrebbe essere stata realizzata nell'arco di circa venti anni da un solo scrivano.


Altro libro maledetto: 
Manoscritto Voynich

7 commenti:

  1. Al di là delle leggende, comunque notevoli, un libro veramente importante e significativo!

    RispondiElimina
  2. Ho visto una trasmissione alla televisione e mi ha incuriosito.
    Parlavano di:
    Codex Gigas
    Manoscritto Voynich
    L'homme machine +++++
    Necronomicon (libro che non esiste, è un'invenzione letteraria)
    Stanze di Zian (se ho capito bene il titolo, non ho trovato bulla)
    sono tutte "pubblicazioni maledette"
    segnate con una o più croci che ne indicavano la "pericolosità"

    RispondiElimina
  3. In realtà Codex Gigas il manoscritto Voynich, il necronomicon e le stanze di Dzyan sono "libri maledetti" in quanto facenti riferimento al sapere esoterico, quello delle croci è ben altro argomento, la loro "pericolosità" era di ben altra origine, e tra questi rientra "l'homme machine" e il leviatano di hobbes.Le loro tematiche erano alquanto all'avanguardia per l'epoca oppure entravano in contrapposizione con le ideologie del passato(vedi hobbes che contrappone il potere dello stato alla chiesa ne"il leviatano")

    RispondiElimina
  4. Credo che anche in Italia bisognerebbe murare vivo qualcuno.
    Forse il diavolo lo aiuterebbe.
    I santi ci hanno abbandonato da tempo e siamo rimasti solo un popolo di cantanti.

    RispondiElimina
  5. Interessante.

    Enri ho seguito il tuo consiglio, prova ora.

    RispondiElimina

Anonymous comments with advertising links are automatically considered SPAM