saluto


giovedì 6 ottobre 2011

Tapiro


tapiro

Tapiro 
Vive nella foresta pluviale e pianura tropicale. Esistono quattro specie diverse, il tapiro malese, il tapiro brasiliano, il tapiro di Baird ed il tapiro di montagna. I tapiri della Malesia sono la specie più in pericolo. Alcuni scienziati ipotizzano che il tapiro potrebbe essersi evoluto dall’Hyracotherium (un cavallo primitivo.)
E' lungo 180-250 cm, la sua coda è lunga 5-10 cm, l’altezza alla spalla è 75-120 cm e il peso varia dai 225 ai 300 kg ma può arrivare anche a 500 kg. Tutti i tapiri hanno un corpo tozzo, gli arti corti. Il collo è breve e il muso allungato, presenta all’estremità le narici. Questa specie di corta proboscide è utilizza per cercare e tastare il cibo; gli occhi sono piccoli e infossati. La pelle del tapiro è dura e ricoperta di peli. La colorazione è marrone-grigiastra o marrone-rossastra; nel tapiro asiatico il dorso è bianco, il petto, il ventre e le zampe sono neri. I tapiri alla nascita hanno una pelliccia marrone rossastra con macchie e strisce bianche, assumono l’aspetto dell’adulto a circa sei mesi. La vita media è di circa trenta anni.
Il tapiro è soprattutto un animale solitario che predilige le zone dove c'è la presenza d'acqua. E’ un buon nuotatore e trascorre molto tempo in acqua per mangiare, per rinfrescarsi e per allontanare i parassiti. Mangia erbe, fogliame, frutta piante acquatiche, ramoscelli. Solitamente si nutre dopo il tramonto, quindi è definito animale crepuscolare.

1 commento:

  1. Mi ritrovo ancora più indignato con quelli di Mediaset, che hanno disturbato un sì simpatico animale.

    RispondiElimina

Anonymous comments with advertising links are automatically considered SPAM