saluto


martedì 12 dicembre 2017

Santa Lucia

 
E. Orciani, Verosimile volto di S. Lucia, opera pittorica ricavata dall'elaborazione al computer del "Sacro Capo" custodito a Venezia.

S. Lucia 
S. Lucia nacque a Siracusa, città della quale è protettrice, non si conosce con certezza la data ma, poiché subì il martirio sotto Diocleziano, si suppone sia nata attorno al 283. Lucia apparteneva a una ricca famiglia siracusana, ed era stata promessa sposa a un pagano. Per una malattia della madre compì un viaggio a Catania, al sepolcro di S. Agata, qui in cambio della guarigione della madre pronunciò il voto di conservare la verginità, e in questo luogo Dio le comunicò il progetto che aveva per lei: dedicare la vita ai poveri. Rinunciò quindi al matrimonio e dette tutto ciò che possedeva ai poveri. Il fidanzato, che non aveva accettato la sua decisione, la denunciò, accusandola di essere cristiana, fu arrestata e sottoposta a diverse torture: condotta in un postribolo, trascinata da una coppia di buoi, cosparsa di pece bollente, posta sulla brace ardente. Secondo un'altra leggenda, si strappò gli occhi con le proprie mani, senza provare alcun apparente dolore, e li consegnò al carnefice su di un piatto. Nonostante questi tremendi tormenti, solo una pugnalata alla gola da parte di un soldato poté ucciderla. Le sue ossa non si trovano a Siracusa in quanto, come pare, trafugate dai bizantini, furono portate a Costantinopoli, da dove furono recuperate dai Veneziani, che le custodiscono nella chiesa che hanno dedicato alla Santa. La festa siracusana è caratterizzata da pratiche devozionali di tipo magico, esorcistico e agrario. I fuochi accesi la vigilia della festa sono l'indicazione che ci troviamo in presenza di rituali legati al passaggio stagionale, col progressivo scemare della luce, per cui occorre esorcizzare, il pericolo del non ritorno della luce Si confezionano in questo giorno pani a forma di occhi che, benedetti, si mangiano con lo scopo di preservarsi da malattie degli occhi. A lei si offrono anche ex voto d'argento a forma di occhi, che vengono appesi sulla "vara”. 
****


In molte località è ancora molto sentita la tradizione della notte del 13 dicembre in cui santa Lucia  porta i regali ai bambini buoni. Nelle regioni italiane dove i regali li porta Santa Lucia a dorso del suo asinello, è usanza lasciare qualcosa per rifocillarli: una tazza di latte e dei biscotti per la Santa e un po' d'erba ed una ciotola d'acqua per l'asinello.


  Auguri a tutte le donne che si chiamano Lucia

14 commenti:

  1. Caro Enrico, grazie di questa bella descrizione di Santa Lucia, domani sei festeggerà il suo giorno.
    Ciao e buona serata con un forte abbraccio e un sorriso:-)
    Tomaso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Povera Lucia, secondo la storia che ci hanno tramandato, ha avuto un'esistenza terribilmente breve e infelice.
      Ciao caro Tomaso buona giornata, un abbraccio
      enrico

      Elimina
  2. Ciao Enrico!
    Un post molto bello. Grazie mille per i tuoi desideri.
    Domani ho un nome.
    Baci e saluti:)
    Lucja

    RispondiElimina
  3. ✿ܓ Najlepszy życzenia imieniny Łucja.
    enrico

    RispondiElimina
  4. Da noi, S.Lucia è venerata ma non ci sono particolari tradizioni. Buona giornata

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Santa Lucia, Natale, Epifania... e se ci sono bambini la casa si riempie di giocattoli :-)
      Buona giornata cara Mirtillo, un abbraccio
      enrico

      Elimina
  5. It was interesting to read about Lucie.
    For me this is an important day when it was born on December 13th.
    Lucia girl is selected every year 13.12. Finland.
    Greeting

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ho letto che anche da voi questa è una ricorrenza molto seguita ed è un giorno speciale.
      Ciao cara Liplatus
      Buona festa, auguri, un abbraccio.
      enrico

      Elimina
  6. Ciao Enrico ora conosco anche la storia di lei... abbi una buon giornata bussi ♥

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Povera Lucia secondo le storie tramandateci ha subito ogni tipo di torture prima di morire.
      Felice giornata cara Rebecca, un abbraccio, bussi
      enrico

      Elimina
  7. Una volta era una delle tradizioni più sentite

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In alcune zone questa tradizione è ancora molto seguita.
      Ciao Carmine felice Anno Nuovo per te e i tuoi cari.
      enrico

      Elimina
  8. Risposte
    1. Cara Sciarada è bello mantenere vive le tradizioni positive che ci legano al passato.
      Felice Anno Nuovo per te e per i tuoi cari.
      Un abbraccio
      enrico

      Elimina

Anonymous comments with advertising links are automatically considered SPAM