saluto


domenica 10 febbraio 2013

Sfratto alla Peter Pan ONLUS



Sfratto alla Peter Pan Onlus 
Secondo la richiesta dell’Irai ente regionale autonomo proprietario dello stabile, l’edificio dovrebbe essere sgomberato entro dieci giorni. Il direttore della ONLUS, Gian Paolo Montini, è incredulo: “Non si può fare spending review sui bambini malati di cancro. Anche perché noi non costiamo un euro all’ente pubblico. La politica per ora ha rimpallato le responsabilità”. 
In questi anni, nella casa di Peter Pan hanno trovato ospitalità oltre 600 bambini e le loro famiglie che non risiedono a Roma e non sono grado di pagare un affitto per tutto il periodo delle cure. L’Associazione Peter Pan ONLUS dove operano 180 volontari, offre loro gratuitamente accoglienza e servizi. La Onlus, opera a Roma dal 1994 e nel 2004 ha meritato per il suo impegno la medaglia d’oro della sanità pubblica.
La sede della ONLUS si trova in un edificio che era degradato e abbandonato da circa 10 anni. L'associazione l’aveva ristrutturato a sue spese, poi circa la metà della somma anticipata era stata gradualmente detratta dal canone di locazione di sei mila euro mensili (pagava quindi tre mila euro al mese), il contratto è scaduto un anno fa. Ora l’Irai pretende un affitto tra i 20 e i 30 mila euro al mese per adeguarlo ai prezzi di mercato, come se Peter Pan fosse un “normale” privato. Solidarietà alla Peter Pan e indignazione per l’accaduto è arrivata ieri da tutto il mondo istituzionale.

Queste notizie le ho tratte da vari articoli pubblicati da tutti i quotidiani, riprese dalla rete e trasmesse dalle TV.

Sequestrando il maltolto a chi ha rubato soldi pubblici, quell’edificio potrebbero tranquillamente comprarlo e darlo in proprietà alla Peter Pan.
È impensabile che bimbi malati e sofferenti possano stare per molto tempo in un ospedale senza i genitori!


18 commenti:

  1. Al tg ho sentito questa terribile notizia...noooo devono provvedere al più presto...si tratta di bambini malati di tumore che non possono essere sfrattati.

    Un po' di umanità, che diamine!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Gianna io temo che non faranno nulla solo per aiutare i bambini. Spero che almeno per guadagnare voti alle elezioni risolvano il problema.
      Buona giornata, un abbraccio
      enrico

      Elimina
  2. Caro Enrico, ogni giorno si sentono delle notizie che sembrano quasi impossibile che sia vero!!! Purtroppo è la realtà di oggi...
    Buona domenica caro amico.
    Tomaso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tomaso siamo noi cittadini che abbiamo eletto questa gente. Un vecchio proverbio dice: " Chi è causa del suo mal pianga se stesso"
      Ciao caro Tomaso buona giornata
      enrico

      Elimina
  3. si l'ho sentito anche io .....detto ieri o l'altro ieri ...e le tv non dovrebbero smettere di parlrne ..in igni tg in ogni programma ...cosi a furia di sentirlo magari qualcosa nei piani alti si smuove ....perchè chi ci rimette come al solito sono i più deboli.....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono tutti impegnati ad arruffianarsi gli elettori sparando cavolate di ogni tipo. Credo che otterrebbero molto di più, preoccupandosi del benessere di bambini sfortunati. Sono certo che c'è ancora chi non è disposto a farsi prendere in giro.
      Ciao Barbara buona giornata, un abbraccio
      enrico

      Elimina

  4. Invito - italiano
    Io sono brasiliano.
    Dedicato alla lettura di qui, e visitare il suo blog.
    ho anche uno, soltanto molto più semplice.
    'm vi invita a farmi visita, e, se possibile seguire insieme per loro e con loro. Mi è sempre piaciuto scrivere, esporre e condividere le mie idee con le persone, a prescindere dalla classe sociale, credo religioso, l'orientamento sessuale, o, di Razza.
    Per me, ciò che il nostro interesse è lo scambio di idee, e, pensieri.
    'm lì nel mio Grullo spazio, in attesa per voi.
    E sto già seguendo il tuo blog.
    Forza, pace, amicizia e felicità
    Per te, un abbraccio dal Brasile.
    www.josemariacosta.com

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Josè mi fa piacere vederti tra i miei followers. Ho già cominciato a guardare il tuo interessante blog. Buona giornata
      enrico

      Elimina
  5. fin quando se ne parla solo occasionalmente,non serve a nulla.
    queste notizie dovrebbero essere martellanti,coso così qualcuno potrebbe sentirsi offeso e fare un esame di coscienza.
    Lu

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lucia qualche post sul Web non aiuta certo a risolvere il problema ma credo che non parlarne sarebbe anche peggio. Chi non aveva sentito la notizia così può conoscerla, anche quando passato il clamore iniziale, i media non ne parlano più.
      Ciao buona giornata, un abbraccio
      enrico

      Elimina
  6. Ciao Enrico ancora un vergognoso fatto all'Italiana,
    almeno in questo caso spero si mettano una mano sulla coscienza.
    grazie per questo post

    Tiziano.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Parlare di umanità e coscienza suscita in me molti dubbi, spero facciano qualche cosa almeno per guadagnare voti.
      Ciao Tiziano buona giornata.
      enrico

      Elimina
  7. Ho seguito sui giornali questa angosciante notizia.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tutti i media ne hanno parlato, spero si faccia qualche cosa prima che tutto finisca nel dimenticatoio.
      Buona giornata Adriano
      enrico

      Elimina
  8. Ma esiste ancora un minimo d'umanità a questo mondo? Che schifo, sono veramente allibita e indignata (per non dire altro) davanti a questi fatti disumani… non ho parole… veramente….
    Buona serata Enrico, un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In un Paese dove chiamano "furbetti" chi truffa, evade le tasse, esporta capitali eccetera, Non vorrei svegliarmi un giorno e sentire chiamare"birichini" coloro che se ne fregano delle sofferenze dei bimbi e delle loro famiglie.
      Buona giornata Betty un abbraccio
      enrico

      Elimina
  9. vergonosa e indegna speculazione e vergognoso silenzio dalle competenti sfere politiche,che dovrebbero esigere la restituzione dei soldi sottratti ovunque illecitamente,(anche nella regione Lazio)e non vanificare il lavoro di una onlus così meritevole
    grazie Enrico per quest post

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se i soldi sottratti ai cittadini venissero confiscati e gli autori dei reati fossero interdetti a vita dai pubblici uffici, probabilmente la corruzione finirebbe in breve tempo, vivremmo in un mondo migliore, e quei soldi potrebbero essere usati per migliorare i servizi alla comunità.
      Ciao Gabe buona giornata, un abbraccio
      enrico

      Elimina

Anonymous comments with advertising links are automatically considered SPAM