saluto


mercoledì 29 settembre 2010

In ricordo dell'amico Beau

foto archivio

Ho trovato in rete questo articolo di Oscar Grazioli che ho ricopiato integralmente perchè lo reputo bellissimo. Ora che stanno cominciando le vacanze, chi vigliaccamente pensa di abbandonare il suo amico animale dovrebbe leggerlo.
           *********************
Straziante elogio funebre in ricordo dell'amico Beau
Di Oscar Grazioli
Chissà se ci possono sentire da lassù. Fra i mille tributi dedicati ai propri animali defunti non ho scelto quello di un grande artista, che so, Byron e il suo Terranova Boatswain cui il grande poeta inglese dedicò un piccolo monumento funebre e uno straziante saluto in versi. Ho scelto invece quello di un uomo americano il cui nome non ha alcuna importanza perché è un Mario Rossi qualunque.

"Ricordo il giorno in cui ti ho acquistato per due soldi in quel canile - così comincia il suo ricordo che continua - Io e mia moglie volevamo un cane di piccola taglia, ma quando mi hai guardato negli occhi, con quella voglia di essere libero, non ho potuto resistere e anche se eri un incrocio tra un Golden e un Pastore dei Pirenei di 45 chili, sei entrato nella mia pelle in pochi secondi e, una volta a casa, il tuo nome mi è venuto spontaneo. Ti avrei chiamato Beau, perché eri bello e gentile. Ci siamo capiti subito e sono rimasto stupito di come apprendevi velocemente a stare seduto, stare fermo e a toccare dolcemente con il naso la serratura della porta quando ti andava di fare una passeggiata. Puoi sentirmi Beau?
Quando sedevo sulla mia seggiola tu appoggiavi il tuo testone sulle mie gambe e, ogni tanto alzavi gli occhi, quasi ad accertarti che io capissi che eri lì. Certo che lo capivo. D'altronde quando avevi superato i 60 chili di peso chi avrebbe potuto dimenticare che c'eri? Bastava un'occhiata per rassicurarti e ci addormentavamo entrambi sereni. Puoi sentirmi Beau?
Raramente mi lasciavi fuori dai tuoi pensieri. Sia che lavorassi in giardino, sia che fossi seduto davanti al computer, tu eri sempre di fianco a me. Talvolta avevo paura di farti male con la zappa, visto che ficcavi il naso ovunque sulla terra e quando correvamo mi davi qualche colpetto (con i tuoi 60 chili) sulle anche con il rischio che cadessi. Ma non ci siamo mai fatti del male. Non potevamo farci del male. Puoi sentirmi Beau?
Poi sono arrivati i giorni bui. La sentenza del veterinario quando avevi smesso di mangiare. L'apparente ritorno al benessere dopo la lunga cura e ancora la perdita dell'appetito e quegli occhi tristi che strappavano il cuore. Ti davo da mangiare diete liofilizzate sciolte nell'acqua che tu leccavi soltanto dalla mia mano. Puoi sentirmi Beau?
Avevi solo due anni e nessuna traccia più di quella gioia e di quel senso della vita, quando avevi varcato il confine della gabbia in quel canile. Non volevo, Beau, non volevo, ma il dolore che tu dissimulavi era troppo per te e per chi ti amava. Non me la sono sentita di assistere da solo al tuo sonno eterno e ho chiesto a un amico di venire con me. Hai sentito le mie carezze e i miei sussurri, mentre raggiungevi la pace dei sensi?
Dimmelo Beau. Puoi sentirmi quando ti dico addio?
Il tuo Gary 

2 commenti:

  1. Anche tu mi fai piangere, mamma mia quando soffro per tutte queste cose, l'amore di un cane e cosi immenso, ho sempre paura che un giorno anche la mia Tatanka se ne va, e mi lasci qui .. questo link lo metto nella mia PetPage cosi lo leggono in tanti questa testimonianza d'amore.. grazie per avermi dato il link ti abbraccio Rebecca

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Rebecca, io ora abito in un appartamento e non ho più animali, quando avevo il giardino, la mia casa era uno zoo e so cosa si prova quando "un membro della famiglia" ti lascia. Per me i cani, i gatti, il pappagallo, la gazza ladra, i criceti, erano parte della famiglia. Loro lo sapevano infatti anche i volatili che vivevano liberi (non ho mai voluto gabbie)tornavano sempre a casa.
      Buona giornata
      un abbraccio
      enrico

      Elimina

Anonymous comments with advertising links are automatically considered SPAM