saluto


sabato 16 ottobre 2010

Lola Montez

Lola Montez
Nata nel 1821 in Irlanda da un ufficiale e da una donna che si dice essere molto bella e affascinante, è battezzata col nome di Maria Dolores Elisabeth Rosanna. Cresciuta in India, è promessa in sposa ad un anziano giudice della Corte Suprema di Delhi, ma è rapita prima delle nozze e sposa un tenente inglese. Trasferitasi a Londra grazie all'appoggio di un ricco borghese le si aprono le porte del mondo del teatro, dove inizia a ballare assumendo il nome di Lola Montez.
Di qualità artistiche non particolarmente brillanti, Lola faceva la ballerina, ma la fama derivava soprattutto dalla spregiudicatezza esibita, il suo cavalcare a gambe aperte o fumare il sigaro o il fascino grazie al quale conquistava principi e baroni, finendo per sedurre anche il re di Francia.
 Abbandonata l'Inghilterra, va in Belgio, in Polonia (dove la sua bellezza colpisce il vicerè, il conte Paskievitch), in Francia, dove grazie all'appoggio di Alexandre Dumas entra come ballerina del Teatro dell'Opera e infine in Germania. A Berlino prende a schiaffi un ufficiale, in Sassonia provoca Wagner e incanta Franz Liszt, infine a Monaco incontra quel re che tanto ama la bellezza femminile al punto da far realizzare nella residenza estiva di Nymphenburg la splendida Schönheitengalerie (galleria delle bellezze), un gran salone dove sono ritratte le donne più belle del regno.
Il primo incontro con Ludwig I si rivela un successo e alla "spagnola" si aprono le porte anche dei teatri di Monaco. Il pubblico le riserva un'accoglienza tiepida, mentre il re è sempre più presto da questa donna bellissima ma portatrice di problemi e disgrazie.
Un’elegante villa vicino alla Karolinenplatz diventa la sua nuova casa ed il re ordina di farle un ritratto da aggiungere a quelli già presenti a Nymphenburg. I nobili ma anche la borghesia e il popolo non riconoscono più il loro re, prima esempio di correttezza, professionalità e serietà, oggi invece è diventato uno spendaccione, regala vestiti e gioielli a Lola e addirittura la nomina contessa di Landsfeld e dama dell'Ordine di Santa Teresa, onore riservato solo alle nobildonne.
 La situazione precipita e a Ludwig è posto un ultimatum: o il trono o Lola. Il re, pur tra mille dubbi, firma il decreto d’espulsione della sua amata ma dopo pochi giorni abdica, dopo 23 anni di regno. Il figlio Massimiliano II, diventa il nuovo re di Baviera.
 Dopo la cacciata dalla Baviera, Lola Montez ha compiuto diversi viaggi, in America dove diventa famosissima fra i cercatori d’oro, e Australia dove continua la sua attività di ballerina.
Lola finì la carriera in un circo, esibita come attrazione a cui fare domande sulla propria vita privata, dove l'impresario la esibiva come un mostro di dissolutezza, e il pubblico poteva baciarla per un dollaro.
 E' morta, poco prima del suo 40° compleanno, il 17 gennaio del 1861 a New York ed è sepolta nel cimitero di Greenwood a Brooklyn.

Nessun commento:

Posta un commento

Anonymous comments with advertising links are automatically considered SPAM