saluto

sabato 2 ottobre 2010

L’orso della luna e la stupidità umana


L’orso della luna
L'orso dal collare o tibetano (Ursus thibetanus) è onnivoro e la sua dieta dipende dalle stagioni. Prima del letargo, predilige cibi ricchi di grassi quali ghiande, noci e castagne. Occasionalmente piccoli roditori, pesci, uccelli o può cacciare il bestiame. Solitamente, però, si nutre di piante e frutti del bosco. È presente in Corea del Nord, Corea del Sud, Afghanistan, Pakistan, Bangladesh, nord dell'India, Nepal, Bhutan, Myanmar, Thailandia, Vietnam, Laos, Siberia meridionale, nordest della Cina e Taiwan. È possibile trovarlo fino a 4700 di altitudine.
La sopravvivenza di quest’animale è però minacciata dalla deforestazione, ma soprattutto dalla crudeltà e stupidità umana. Nel sudest asiatico questi orsi sono catturati, rinchiusi in gabbie piccolissime che li immobilizzano (cm. 80x130x200). In queste condizioni trascorreranno la loro vita fra atroci sofferenze. Il motivo di queste torture è di estrargli ogni giorno, attraverso un catetere inserito nella cistifellea, la bile, che è usata dalla medicina cinese.
Le” Fattorie della bile” sono i lager nei quali questi poveri orsi possono trascorrere anche diversi anni prima che le infezioni, i tumori, la denutrizione, le deformazioni, le piaghe o la pazzia portino a una morte liberatoria. I dati trovati in rete indicano che in Cina esistono ufficialmente 247 allevamenti -lager- di orsi che ospitano un totale stimato di 7.000 vittime.
La bile d'orso contiene un principio attivo noto come acido ursodeossicolico utilizzato dalla medicina cinese per ridurre la febbre e le infiammazioni, come protettivo per il fegato, coadiuvante per l’eliminazione dei calcoli biliari e migliorare la vista.
Le medicine tradizionali sia di sintesi che omeopatiche sono più efficaci, meno care, e soprattutto la loro preparazione non provoca atroci e inutili sofferenze agli orsi. L'inglese Jill Robinson nel 1993, fu la prima persona ad interessarsi attivamente alla questione degli orsi della luna, nel 1998 fondò l' AAF (Animal Asia Foundation) e nel 1999 il Centro di Recupero degli orsi salvati.

4 commenti:

  1. Mamma mia é un cosa disumana e atroce ...mi fa proprio male solo il leggerla ...
    Ciao Enrico ...tuttavia ti auguro una bella domenica ...

    RispondiElimina
  2. Buona domenica Bianca un abbraccio
    enrico

    17 luglio 2014
    "Animals Asia ha recentemente intrapreso un'iniziativa storica per trasformare una fattoria della bile a Nanning nella sua terza riserva naturale. Si tratta di un'impresa straordinaria, resa possibile dall'accordo fra l'organizzazione di Jil Robinson e l'amministratore delegato della fattoira della bile, che ha pubblicamente dichiarato che l'industria della bile è crudele e in Cina rappresenta un'attività economica fallimentare.
    Al momento ci sono 130 orsi che ancora si trovano in piccole gabbie all'interno di rifugi in cemento nella fattoria di Nanning, molti dei quali sono malati a causa dei metodi di estrazione della bile subiti."
    dal sito: Animals Asia

    RispondiElimina
  3. E tenho a felicidade de ter amigos que cuidam
    de mim.
    As visitas que recebo são presentes de Deus
    para minha vida. são vocês que me dão alegria para continuar
    e a certeza de que nem tudo no mundo é igual.
    Que mesmo quando atravessamos o oceano
    com nossas mensagens de amizade ,
    temos a certeza do dom de falar
    através do tradutor todas as línguas.
    Isso serviu para unir Países e muitas gerações.
    Agradeço o carinho do seu voto. Deu tudo certo.
    Sagrei-me vencedora do 9º Pena de ouro.
    Nada poderia dar errado quando se leva paz
    e amor e uma amizade infinita.
    Feliz e abençoada semana
    carinhosamente.
    Evanir
    Meu amigo a verdade é que em todo o mundo será inevitavel
    a extinção de muitos animais.
    O Brasil é um exemplo triste dessa realidade.
    Querido vou te enviar por email um mimo pois és merecedor .

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi congratulo nuovamente con te per il giusto premio che hai ricevuto.
      Purtroppo la deforestazione che causa la scomparsa di tante specie continua in tutto il mondo.
      Buon inizio settimana Evanir ti abbraccio
      enrico

      Elimina

Anonymous comments with advertising links are automatically considered SPAM