saluto


venerdì 3 dicembre 2010

Clandestini con permesso di soggiorno del regno di Dio


Clandestini con permesso di soggiorno del regno di Dio
Esattamente un anno fa i Carabinieri della compagnia di Legnano avevano fermato in località Busto Garolfo (MI) tre lucciole. Le donne di nazionalità nigeriana, alla richiesta di documenti avevano mostrato un “ Permesso di soggiorno per stranieri rilasciato dal ministero del regno di Dio Amministrazione della Pubblica Giustizia” firmato da padre Giorgio Poletti, parroco di Castelvolturno e ideatore dell’iniziativa.
Il pezzo di carta non è un falso ma un lasciapassare simbolico che i Padri Comboniani di Castelvolturno avevano stampato in occasione della giornata mondiale del rifugiato. Padre Giorgio che aveva firmato circa 4.500 permessi di soggiorno divini ad altrettanti immigrati disse che ha sempre spiegato che quello non è un documento valido e che il suo, è solo un gesto simbolico, che vuole fornire un’identità a persone che, per la loro condizione di clandestini, ne sono privi. Questo permesso di soggiorno divino dice semplicemente che Dio li autorizza a vivere. Peccato però che questo pezzo di carta non sia bastato per risparmiare ai clandestini le conseguenze legali della loro condizione irregolare; due delle lucciole fermate erano state denunciate a piede libero e una era stata arrestata.

Nessun commento:

Posta un commento

Anonymous comments with advertising links are automatically considered SPAM