saluto


martedì 7 dicembre 2010

Le donne

Questi sono scritti che mi ha mandato un'amica: C.d.F


In piedi signori
Per tutte le violenze consumate su di lei.
Per tutte le umiliazioni che ha subito.
Per il suo corpo che avete sfruttato.
Per la sua sessualità che avete represso.
Per la sua intelligenza che avete calpestato.
Per l’ignoranza in cui l’avete lasciata.
Per la libertà che le avete negato.
Per la bocca che le avete tappato.
Per le ali che le avete tagliato.
Per tutto questo:
in piedi, signori, davanti a una donna
*****

PERCHE' ..........LE DONNE CRESCONO, NON
INVECCHIANO.............MAI..........
 
A tutte noi
Con Amore
Elisa

******
A tre anni
 Lei si guarda e vede una Regina.
A otto anni

 Lei si guarda e vede Cenerentola.
A quindici anni
 Lei si guarda e vede una Brutta sorella ("mamma non posso andare a scuola con questo aspetto").
A vent'anni
 Lei si guarda e si vede "troppo grassa / troppo magra, troppo bassa / troppo alta, con i capelli troppo lisci / troppo arricciati", ma decide che uscirà di casa lo stesso.
A trent'anni
 Lei si guarda e si vede "troppo grassa / troppo magra, troppo bassa / troppo alta, con i capelli troppo lisci / troppo arricciati", ma decide che non ha tempo di risistemarsi e che uscirà di casa lo stesso.
A quarant'anni
 Lei si guarda e si vede "troppo grassa / troppo magra, troppo bassa / troppo alta, con i capelli troppo lisci / troppo arricciati", ma dice: "almeno sono in ordine", ed esce di casa lo stesso.
A cinquant'anni

 Lei si guarda e si vede "esistere" e se ne va dovunque abbia voglia di andare.
A sessant'anni
 Lei si guarda e ricorda tutte le persone che non possono più nemmeno guardarsi allo specchio. Esce di casa e conquista il mondo.
A settant'anni
 Lei si guarda e vede saggezza, capacità di ridere e saper vivere, esce e si gode la vita.
A ottant'anni
 Lei non perde tempo a guardarsi. Si mette in testa un cappello
color porpora ed esce per divertirsi con il mondo.  
*****


Più dei tramonti, più del volo di un uccello, la cosa più meravigliosa in assoluto è una donna in rinascita.
Quando si rimette in piedi dopo la catastrofe, dopo la caduta. Che uno dice: è finita.
No, finita non è mai, per una donna.
Una donna si rialza sempre, anche quando non ci crede, anche se non vuole.
Non parlo solo dei dolori immensi, di quelle ferite da mina anti-uomo che ti fa la morte o la malattia.
 Parlo di te, che questo periodo non finisce più, che ti stai giocando l'esistenza in un lavoro difficile, che ogni mattina è un esame, peggio che a scuola.
 Te, implacabile arbitro di te stessa, che da come il tuo capo ti guarderà deciderai se sei all'altezza o se ti devi condannare.
 Così ogni giorno, e questo noviziato non finisce mai. E sei tu che lo fai durare.
  Oppure parlo di te, che hai paura anche solo di dormirci, con un uomo; che sei terrorizzata che una storia ti tolga l'aria, che non flirti con nessuno perché hai il terrore che qualcuno s'infiltri nella tua vita.
 Peggio: se ci rimani presa in mezzo tu, poi soffri come un cane.
Sei stanca: c'è sempre qualcuno con cui ti devi giustificare, che ti vuole cambiare, o che devi cambiare tu per tenertelo stretto. Così ti stai coltivando la solitudine dentro casa. Eppure lo dici anche quando parli con le altre: io sto bene così.
Sto bene così, sto meglio così.
 E il cielo si abbassa di un altro palmo.
 Oppure con quel ragazzo ci sei andata a vivere, ci hai abitato natali e pasque. In quell'uomo ci hai buttato dentro l'anima; ed è passato tanto tempo, e ce ne hai buttata talmente tanta di anima, che un giorno cominci a cercarti dentro lo specchio perché non sai più chi sei diventata.
 Comunque sia andata, ora sei qui e c'è stato un momento che hai guardato giù e avevi i piedi nel cemento.
Dovunque fossi, ci stavi stretta: nella tua storia, nel tuo lavoro, nella tua solitudine.
Ed è stata crisi. E hai pianto. Dio quanto piangiamo! Abbiamo una sorgente d'acqua nel cuore.
 Hai pianto mentre camminavi in una strada affollata, alla fermata della metro, sul motorino.
Così, improvvisamente. Non potevi trattenerlo.
 E quella notte che hai preso la macchina e hai guidato per ore, perché l'aria buia ti asciugasse le guance?
E poi hai scavato, hai parlato.    
 Lacrime e parole.
 Per capire, per tirare fuori una radice lunga sei metri che dia un senso al tuo dolore.
 "Perché faccio così? Com'è che ripeto sempre lo stesso schema? Sono forse pazza?" Ce lo siamo chieste tutte.
 E allora vai giù con la ruspa dentro alla tua storia, nel centro del tuo sacro IO, e saltano fuori migliaia di tasselli.
Un puzzle inestricabile.
 Ecco, è qui che inizia tutto.
 Non lo sapevi? È da quel grande fegato che ti ci vuole per guardarti così, scomposta in mille coriandoli, straziata in mille schegge, che ricomincerai.
Perché una donna ricomincia comunque, ha dentro un istinto che la trascinerà sempre avanti.
 Ti servirà una strategia, dovrai inventarti una nuova forma per la tua nuova TE.
Perché ti è toccato di conoscerti di nuovo, di presentarti a te stessa.
 Non puoi più essere quella di prima. Prima della ruspa.
Non ti entusiasma? Ti avvincerà lentamente.
 Innamorarsi di nuovo di se stessi, o farlo per la prima volta è come un diesel.
Parte piano, bisogna insistere. Ma quando poi va, va di potenza.
  E' un'avventura, ricostruire se stesse.
La più grande.
 Non importa da dove cominci, se dalla casa, dal colore delle tende o dal taglio di capelli.
 Abbiamo questo meraviglioso modo di gridare al mondo 'sono nuova' con una gonna a fiori o con un fresco ricciolo biondo.
 Perché tutti devono vedere e capire:
"Attenti: il cantiere è aperto. Stiamo lavorando anche per voi. Ma soprattutto per noi stesse".
 Più delle albe, più del sole, una donna in rinascita è la più grande meraviglia.
 Per chi la incontra e per se stessa.
È la primavera a novembre.
 Quando meno te l'aspetti.

*****

La pubblicità in TV
Sulla pubblicità che viene trasmessa in Tv è emerso che:
...La famiglia italiana media è costituita dal padre che non raggiunge i 30 anni, la madre ha 20 anni e i figli hanno solo 10 anni in meno di loro, ovviamente tutti sani e bellissimi
Lei fa la mantenuta, infatti è sempre a casa che sforna torte e biscotti,innaffia le piante oppure si mette in perizoma e si lascia fotografare sul balcone dai vicini e quando ha il ciclo si arrampica sugli alberi oppure si butta col paracadute.
Lui ovviamente è un super manager, lavora 2 ore al giorno, va in ufficio in elicottero, e prende sui 10 mila euro al mese per poter mantenere il casolare di campagna, la moglie e i cinque figli.
I figli miracolosamente non litigano mai, vanno bene a scuola, sono ubbidienti e l'unica cosa che chiedono è la loro merendina preferita e l'unica disgrazia che potranno mai combinare è una macchia di cioccolata sulla maglietta (ma a quella ci pensa la nonna).
Si fa sesso ogni giorno in ogni angolo della casa.
Ci si può innamorare nel bel mezzo di un incendio che sta devastando un quartiere.
Se la tua auto monta un tetto apribile è probabile che un caccia ti si accosti a testa in giù.
Quando ti ammali, se prendi una medicina ti passerà tutto in 30 secondi.
I tuoi colleghi di lavoro sono tutti fotomodelli/e al di sotto dei 30 anni.
Il capo non ti dice niente se ti becca col walkman o se fai disegnini in riunione.
Se ti metti a ballare il tango in mezzo alla strada non ti prendono per schizofrenica.
Quando fai una passeggiata ti può capitare di incontrare Antonio Banderas o Sean Connery.
Se non hai voglia di cucinare, tuo marito e i tuoi figli si accontentano benissimo di una scatoletta di carne gelatinosa e ti ringraziano pure.
Quando è ora di cena tutta la famiglia si riunisce e fa una danza rituale con un camaleonte.
Quando litighi col tuo ragazzo, fuori dalla porta ce n'è un altro pronto a consolarti.
I neonati non sporcano mai i pannolini e la prima cosa che imparano è cambiarsi da soli.
Del Piero ha confidenza con gli uccelli (no, forse questa è vera...)
Non c'è mai traffico e tutte le strade passano per vallate stupende dove ci sei solo tu!
Gli animali non fanno cacca.
Tua nonna fa yoga, ginnastica artistica, ti porta ai concerti, ti dà il numero di telefono del cantante e corre a portarti i vestiti  perché tu, povera nipotina, hai voluto fare il bagno nuda.
Giochi a basket e sei contento di perdere tanto pensi alla tua macchina nuova. Che è una Fiat...
Tu vai in giro e tutti ti ringraziano per aver fatto la spesa.

..........e buttare la TV? 
*
**
***
****
Un difetto della donna
(dal web)
Quando Dio creò la donna, era già al suo sesto giorno di lavoro facendo pure gli straordinari.
Apparve un angelo e gli chiese: “Come mai ci metti tanto tempo con questa ?”
E il Signore rispose: "Hai visto  il mio Progetto per lei?"
Deve essere completamente lavabile, però non deve essere di plastica, avere più di 200 parti movibili,
tutte sostituibili ed esser capace di funzionare con una dieta di qualsiasi cosa avanzi, avere un grembo che possa accogliere quattro bimbi contemporaneamente,
avere un bacio che possa curare da un ginocchio sbucciato a un cuore spezzato e
lo fará tutto con solamente due mani."
L’ angelo si meraviglió dei requisiti.
"Solamente due mani....Impossibile!“
E questo è solamente il modello base?
E’ troppo lavoro per un giorno...Aspetta fino a domani per terminarla.“
No lo farò, protestó il Signore. Sono  tanto vicino a terminare questa creazione che ci sto mettendo tutto il mio cuore.
“Ella si cura da sola quando è ammalata e può lavorare 18 ore al giorno.".
L’angelo si avvicinò di più e toccò la donna.
"Però l’hai fatta così delicata, Signore”
"E’ delicata", ribatté Dio, però l’ho fatta anche robusta. Non hai idea di quello che è capace di sopportare o ottenere”
“Sarà capace di pensare?" chiese l’ angelo. 
Dio rispose:
"Non solo sará capace di pensare ma pure di ragionare e di trattare"
L’ angelo allora notó qualcosa e allungando la mano toccó la guancia della donna....
"Signore, pare che questo modello abbia una perdita...”
“Ti avevo detto che stavo cercando di mettere in lei moltissime cose "non c’é nessuna perdita... é una lácrima"
 lo corresse Il Signore.
“A che cosa serve la lácrima?" chiese l ángelo.
E Dio disse:
"Le lacrime sono il suo modo di esprimere la sua gioia, la sua pena, il suo disinganno, il suo amore,
la sua solitudine, la sua sofferenza, e il suo orgoglio."
Ciò impressionó molto l’angelo “Sei un genio,
Signore,hai pensato a tutto. La donna é veramente meravigliosa"
Lo é!
Le donne hanno delle energie che meravigliano gli uomini.
Affrontano difficoltà,reggono gravi pesi, però hanno felicità, amore e  gioia .
Sorridono quando vorrebbero gridare, cantano quando vorrebbero piangere,
piangono quando sono  felici e ridono quando sono nervose.
Lottano per ciò in cui credono.Si ribellano all’ingiustizia.
Non accettano un "no" per risposta quando credono che ci sia una soluzione migliore.
Si privano per mantenere in piedi la famiglia.
Vanno dal médico con un’amica timorosa.
Amano incondizionatamente.
Piangono quando i loro figli hanno successo e si rallegrano per le fortune dei loro amici.
Sono  felici quando sentono parlare di un battesimo o un matrimonio
Il loro cuore si spezza quando muore un’amica.
Soffrono per la perdita di una persona cara .     
Senza dubbio sono forti quando pensano di non avere più energie
Sanno che un bacio e un abbraccio possono aiutare a curare un cuore spezzato.

Non ci sono dubbi, nella donna c’è un difetto:
Ed è che si dimentica quanto vale. 
*****

Fatta per resistere
(web)

La madre ed il Padre stavano vedendo la televisione, quando la madre disse:
”Io sono stanca ed è tardi, vado a coricarmi.”
Andò in cucina a fare dei panini per lo spuntino del giorno seguente a scuola, lavò le tazze del pop–corn, rimosse la carne per la cena del giorno seguente dal congelatore, verificò che le scatole dei cereali non fossero vuote, riempì la ciotola di zucchero, mise ciotole e posate sulla tavola e preparò la caffettiera per il giorno seguente.
Mise dei vestiti nella lavatrice, cucì un bottone che era staccato.
Tolse il servizio di piatti dalla tavola, e mise il calendario al giorno dopo.
Innaffiò le piante, raccolse l’immondizia e stese un asciugamano bagnato.
Sbadigliò, e si avviò verso la stanza da letto.
Si fermò nello studio e scrisse una nota per l’insegnante del figlio, mise in una busta i soldi per il pagamento di una visita medica, e raccolse un quaderno che era caduto sotto una sedia.
Firmò un cartoncino di auguri di compleanno per un amico, mise un francobollo sulla busta, e fece una piccola lista per il supermercato. Mise il cartoncino e la lista vicino al portafoglio.
A quel punto il Padre disse là dalla sala: ”Pensavo che ti fossi andata a coricare.” Lei rispose: ”Sto andando”.
Mise l’acqua nella ciotola del cane e richiamò il gatto in casa.
Si accertò che le porte fossero chiuse.
Sbirciò nella stanza di ognuno dei bambini, spense la luce del corridoio, appese una camicia, gettò delle calze nel cesto dei vestiti sporchi, parlò un poco col figlio più grande che ancora stava studiando.
Una volta in camera da letto, sistemò la sveglia per il giorno dopo, preparò i vestiti per il giorno seguente e sistemò le scarpe.
Dopo si lavò il viso, passò la crema, spazzolò i denti e si sistemò un’unghia rotta. A quel punto, il padre spense la televisione e disse:
Io vado a dormire” e......ci andò..... senza fare null’altro!
A questo punto: avete notato qualcosa di straordinario?
Vi siete chiesti perché le donne vivono di più...... e sono così Meravigliose?
Perchè loro sono più forti ........sono fatte per resistere.........
Dedicato a tutte le donne fantastiche che conosco. 
E anche a noi uomini; può essere che capiamo qualcosa................
Ci sono molti motivi per non amare una persona, ma solo uno per amarla.
Carlos Drummond de Andrade

Nessun commento:

Posta un commento

Anonymous comments with advertising links are automatically considered SPAM