saluto


domenica 12 dicembre 2010

Riserve idriche

Il lago Ciad
 Il grande bacino d'acqua situato nel cuore dell'Africa centrale, minaccia di scomparire. Il cambiamento climatico, lo sfruttamento intensivo delle sue acque e l'incuria dell'uomo hanno messo in pericolo l’esistenza stessa di uno dei più imponenti laghi africani. Circa 2500 anni fa il Lago Ciad era grande quanto Grecia e Iugoslavia messe assieme. Il clima era molto più umido e abbondavano gli animali. Negli ultimi quaranta anni il lago ha perso il 90 per cento della sua estensione: "Colpa dalla siccità e dell'incuria dell'uomo", dicono gli scienziati. Durante il terribile periodo di siccità che colpì il paese nel 1984, era possibile attraversare il lago a piedi. Secondo gli studiosi, la colpa del processo di prosciugamento non va ricercata solo nell'effetto serra e nella siccità che ha colpito la regione del Sahel negli ultimi trent'anni. Ci sono grandi responsabilità umane dovute alla cattiva gestione delle risorse idriche. I politici al potere, hanno permesso la costruzione di centinaia di canali di drenaggio dell'acqua che i contadini hanno scavato per irrigare i campi, questa tecnica praticata senza controlli è in parte responsabile del prosciugamento del lago. Oggi il Ciad è un lago in via di estinzione: ormai è solo una pellicola d'acqua profonda da uno a sei metri. Gli esperti avvertono: "Entro qualche decennio potrebbe sparire per sempre tra le sabbie".
Si tratta di una prospettiva preoccupante perché la vita di parecchi milioni di africani è resa possibile solo grazie alle sue acque.

Abdullahi Umar Ganduje, segretario esecutivo della Commissione del Bacino del Lago Ciad (LCBC) ha spiegato:
 “Se il lago Ciad si prosciugasse, trenta milioni di persone non avrebbero più nessun mezzo di sostentamento, e questo è un grosso problema per la sicurezza, a causa della competizione sempre più aspra per minori quantità d’acqua. Aumenteranno la fame e la povertà. E quando manca il cibo, si crea una predisposizione alla violenza”.

Nessun commento:

Posta un commento

Anonymous comments with advertising links are automatically considered SPAM