saluto


giovedì 6 gennaio 2011

Yarlung Tsangpo - 雅鲁藏布大峡谷

Yarlung Tsangpo
La gola del fiume Tsangpo è stata per secoli avvolta nel più fitto mistero; è la gola più profonda del mondo (5832 m), tre volte più del Grand Canyon. Il fiume Tsangpo, con i suoi millecinquecento chilometri, attraversa il Tibet da est a ovest a tremila metri di altitudine, e quando entra nella gola, perde quota rapidamente nell’arco di soli duecento chilometri. Neanche le mappe satellitari riescono a individuare questo luogo, quasi irreale, situato tra le montagne della catena himalayana. Antichi manoscritti custoditi nella biblioteca di Dharamsala raccontano dell'esistenza delle terre nascoste del Tibet dove, si troverebbe una sorta di paradiso terrestre e una delle settantacinque cascate nascoste tra le gole inesplorate dello Tsangpo celerebbe la porta d'accesso a questo eden. Il viaggio presenta innumerevoli insidie, dirupi scoscesi, giungle da attraversare a colpi di machete, animali d'ogni sorta: serpenti velenosi, sanguisughe, esseri con artigli, lunghi becchi e zanne; uomini selvaggi pericolosi. Generazioni di pellegrini tibetani ed esploratori occidentali hanno sfidato la profondità della gola alla ricerca della mitica cascata, finché, nel 1924, la Royal Geographical Society ha dichiarato che la leggendaria cascata sul fiume Tsangpo era solo un "mito religioso" e un capitolo di una "geografia fantastica”.
Ian Baker, scalatore e studioso del buddhismo, si è cimentato nell'impresa di restituire realtà alle leggende tibetane. Dopo anni trascorsi a intervistare Lama, a decifrare testi tantrici, e a compiere pellegrinaggi nella zona, Baker ha partecipato ad una spedizione sponsorizzata dalla National Geographic Society nel 1998. La spedizione è riuscita a raggiungere il fondo della gola, dove ha trovato una splendida cascata alta trentatré metri, il mitico sogno di esploratori occidentali e cercatori tibetani.


Il resoconto del viaggio è stato descritto nel libro: ” Dietro le cascate" di Ian Baker, edizioni Corbaccio, 543 pagine.

Nessun commento:

Posta un commento

Anonymous comments with advertising links are automatically considered SPAM