saluto

mercoledì 4 maggio 2011

Libertà di stampa: Italia parzialmente libera


Libertà di stampa: Italia 75° posto
Nella Giornata Mondiale per la Libertà di Stampa, istituita dall’Assemblea generale delle Nazioni Unite nel dicembre 1993,  Freedom House ha pubblicato i risultati della sua inchiesta sulla libertà di stampa. Forse questi dati non saranno il “Vangelo” ma è triste constatare che il nostro Paese è sceso dal 72° al 75° posto, di questa classifica che prende in considerazione 154 nazioni. Se ci trovassimo in America Latina sarebbe un buon piazzamento ma, vedere sulla piantina, il nostro paese colorato in giallo in quel mare di verde, mette tristezza. Irina Bokova direttore generale dell’Unesco, chiede agli Stati membri di: “Riaffermare e mettere in atto i loro impegni internazionali al fine di garantire e promuovere la libertà d'informazione. Sono troppi i giornalisti che esercitano la loro professione in un ambiente in cui le restrizioni sull’informazione sono la regola e dove si ha a che fare quotidianamente con pressioni, molestie, intimidazioni o addirittura aggressioni fisiche”.
L'inchiesta non considera le possibilità d'informazione che la “rete”, per ora, riesce ancora a dare, anche in paesi dove c'è la censura.

Nessun commento:

Posta un commento

Anonymous comments with advertising links are automatically considered SPAM