saluto


sabato 9 ottobre 2010

Acero palmato


Acero palmato
Albero della famiglia delle "Aceraceae" che comprende molte specie adatte alla coltivazione a Bonsai.
L'acero palmato, l'acero buergeranium e l'acero campestre sono le più note.
L'acero palmato, originario della Cina e del Giappone è la specie dal portamento più elegante.
E' di dimensioni ridotte, molto apprezzato per l'eleganza e la varietà di colorazione delle foglie.
La corteccia del tronco è verde nelle piante giovani, mentre con il tempo diventa di colore marrone o grigia.
Ha foglie opposte a cinque o sette lobi con apice acuto, che in autunno diventano di colore rosso.
Ha fiori uni o bisessuali con semi contenuti in samare.

Riproduzione: talea - margotta
Esposizione: mezz'ombra in estate, pieno sole il resto dell'anno; proteggere dal vento
Annaffiatura: frequente, il terriccio non deve mai asciugare completamente; in inverno diradare le annaffiature
Fertilizzazione in primavera ed in autunno una volta ogni 20/30 giorni utilizzando preferibilmente concimi organici a lenta cessione
Educazione con il filo nella tarda primavera (eventualmente dopo la defogliazione) proteggendo il filo con rafia; prestare molta attenzione in quanto i rami sono molto fragili
Rinvaso: primavera (febbraio – marzo) o in autunno ogni 1 o 2 anni riducendo del 30-40 % l'apparato radicale
Potatura: potare i rami al momento del rinvaso (prima del risveglio vegetativo); durante la crescita cimare i nuovi germogli lasciando solo le prime due foglie; eliminare gli internodi più lunghi; trattare le ferite con mastice cicatrizzante; in primavera è possibile anche effettuare la defogliazione
Parassiti: afidi - cocciniglie
Malattie: cancro - verticillosi - marciume radicale
Stili: tutti, eccetto il letterato
Note: teme il gelo; evitare l'esposizione diretta al sole nelle giornate più calde

Nessun commento:

Posta un commento

Anonymous comments with advertising links are automatically considered SPAM