saluto


mercoledì 1 dicembre 2010

Fraser Island

Fraser Island
 Patrimonio umanità UNESCO 
Fraser Island situata di fronte alla costa del Queensland meridionale Australia, è lunga 120 chilometri larga 25 e occupa una superficie di circa 1.600 km², un'area grande come metà della Corsica e non c’è nemmeno un sassolino! Non è un’isola desertica buona parte della superficie è coperta da foreste con alberi di alto fusto ed è un susseguirsi di dune, alcune boscose altre aride, che raggiungono anche i 200 metri di altezza. Sembra che tutta sabbia di cui è formata l'isola provenga dalla Gran Carena Divisoria, un sistema montuoso che si estende lungo tutta la costa orientale dell'Australia. Nel corso del tempo l’erosione ha portato in mare frammenti di roccia che le correnti oceaniche hanno poi ridotto in sabbia e sospinti lentamente verso nord sul fondo marino.
L'oceano Pacifico continua a depositare sulle spiagge sabbia che il vento sospinge verso l'interno formando le dune. A loro volta le dune avanzano di circa un metro l’anno rico¬prendo tutto ciò che incontrano. È sorprendente che nell'isola ci siano quaranta laghi d'acqua dolce che occupano cavità sulle dune di sabbia, resi impermeabili da un rivestimento di torba, cioè uno strato di foglie, cortecce e rami parzialmente decomposti.
 Alcuni di questi bacini d'acqua sono chiamati laghi sospesi perché occupano grandi depressioni del terreno proprio in cima alle dune. L'acqua che non è trattenuta dai laghi o assorbita dalla sabbia forma fiumiciattoli chiamati "creek", che scorrono verso il mare. Questo è uno dei pochi posti al mondo in cui la foresta pluviale cresce sulla sabbia. Anzi, una volta la foresta era così fitta che per oltre un secolo ha subito la deforestazione. Un tempo qui vivevano 2.000 aborigeni, che chiamavano la loro terra K'gari, cioè paradiso. Poi le malattie portate dagli europei decimarono la popolazione, e all'inizio del XX secolo, buona parte degli aborigeni sopravvissuti era stata trasferita nelle riserve del continente.
Oggi l'isola è un rifugio per la fauna selvatica. Uno degli animali più numerosi è il dingo, il cane selvatico dell'Australia che deve essere trattato con cautela. Nell'isola sono state osservate più di 300 specie di uccelli 25 specie di mammiferi, più di 30.000 pteropus dalla testa grigia, sono pipistrelli delle dimensioni di un corvo detti anche volpi volanti.
Le acque che circondano l'isola brulicano di vita, vi transitano anche le megattere in viaggio dall’Antartide alla Grande Barriera Corallina, dove si riproducono.

Nessun commento:

Posta un commento

Anonymous comments with advertising links are automatically considered SPAM