saluto

martedì 16 novembre 2010

Mummia (con protesi) di Usermontu


Mummia di Usermontu
Il museo Rosacrociano di San Josè in California custodisce una collezione di mummie veramente straordinarie. La mummia del sacerdote Usermontu risalente alla XXVI dinastia egizia (656 a.C. -525 a.C.) nel 1995 fu sottoposta ad una serie di radiografie dalle quali si è visto che, mentre il sacerdote era ancora in vita, subì un intervento che sembra incredibile. Dalle lastre si vede che alla sua gamba sinistra, all'altezza del ginocchio, fu inserita tramite una complessa operazione chirurgica, una protesi metallica in ferro di 23 centimetri.
Il Dr. Wilfred Griggs noto per avere analizzato le mummie reali del Museo del Cairo e alcune mummie del Fayum, affermò: "Quando vidi per la prima volta le lastre radiografiche faticavo a crederci”. L’anno successivo il professore sottopose la mummia ad ulteriori analisi alla fine delle quali dichiarò: "…non vi sono più dubbi che si tratti di un antico intervento chirurgico. Mai prima di allora una mummia aveva presentato una tale caratteristica". Una sonda inserita in un foro praticato nella parte posteriore del ginocchio ha mostrato la presenza intorno alla protesi di una resina impiegata come cementificante.
Il Dr. Richard Jackson, chirurgo ortopedico della Brigham Young University che ha analizzato le radiografie ha affermato: "….è una protesi dal progetto molto moderno e che noi impieghiamo oggi in chirurgia per stabilizzare correttamente le ossa, è una tecnica avanzata che permette anche di stabilizzare la rotazione della gamba ".

Strano che tecniche tanto avanzate siano poi state dimenticate.

Nessun commento:

Posta un commento

Anonymous comments with advertising links are automatically considered SPAM